Navigazione veloce

AT Varese - via Copelli, 6 - 21100 - Varese - Tel. 0332 257111 - PEC uspva@postacert.istruzione.it - E-mail: usp.va@istruzione.it
Codice Ipa:m_pi - Codice AOO: AOOUSPVA - Codice Univoco per la Fatturazione Elettronica: HKPE39 - CF 80010960120

Bando/disciplinare gara – per la concessione del servizio di erogazione di bevande fredde, calde, snack/merende, panini, etc

Si comunica che è stato emanato il bando/disciplinare gara per la concessione del servizio di erogazione di bevande, panini, etc. all’interno della sede dell’AT di Varese.

emblema-repubblica-italianaMinistero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia
Ufficio XXI – Varese

OGGETTO: Bando – disciplinare gara per la concessione del servizio di erogazione di bevande redde,  calde, snack/merende, panini, tramezzini etc, all’interno della sede dell’Ufficio XXI – Ambito territoriale di Varese dell’ Ufficio scolastico regionale per la Lombardia di via Copelli, 6 – 21100 Varese – mediante distributori automatici

Codice identificativo gara (CIG Z630D38F58)

1) Oggetto della gara e durata della concessione

La gara riguarda una concessione di servizi ed è regolata in via generale dall’articolo 30 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, “Codice dei contratti pubblici”.
La gara deve selezionare il concessionario del servizio di erogazione bevande fredde, calde, snack/merende, panini tramezzini etc, mediante distributori automatici all’interno della sede dell’ Ambito Territoriale di Varese Via Copelli, 6 – 21100 Varese – piano terra.

Gli uffici che dovranno essere serviti mediante la concessione ospitano circa 55 persone. A queste vanno aggiunte tutte le persone che accedono quotidianamente agli uffici dal lunedì al venerdì in qualità di ospiti a vario titolo.

Il numero dei distributori automatici è pari a 02 e la loro collocazione è la seguente: due distributori automatici al piano terra degli uffici di Via Copelli n. 6 – 21100 Varese da installare negli specifici spazi predisposti.

La durata della concessione è di tre anni (trentasei mesi) e decorre dalla data di sottoscrizione del contratto tra vincitore della gara e amministrazione.

Il numero dei distributori automatici potrà essere aumentato o diminuito su richiesta del concessionario e in accordo con l’amministrazione alle condizioni fissate a seguito dell’aggiudicazione.

La tipologia dei distributori automatici deve essere tale da garantire, l’erogazione di bevande fredde e di bevande calde.

2) Canone calcolato su base annuale della concessione

L’aggiudicatario della concessione in oggetto dovrà versare la somma di € 300,00 per ciascun distributore automatico, per un totale di € 600,00 all’anno. Le modalità di versamento del canone per la concessione saranno stabilite in sede di stipulazione del contratto tra amministrazione concedente e concessionario vincitore della presente gara.
Il canone annuale potrà variare in aumento a seguito dell’eventuale installazione di ulteriori distributori automatici oltre a quelli previsti al paragrafo 1).

3) Presentazione dell’offerta

L’offerta, redatta utilizzando i modelli allegati alla presente, dovrà essere fatta pervenire a mezzo posta con raccomandata A.R., o “posta celere”, o agenzia autorizzata, o con consegna a mano, in doppia busta chiusa indirizzata a:

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio XXI –Ambito territoriale di Varese Via Copelli n. 6, 21100 Varese o consegnata a mano presso lo stesso ufficio.
Il termine per la presentazione dell’offerta è fissato entro e non oltre il termine perentorio delle ore 12:00 del 31/01/2014.
Non saranno in alcun caso presi in considerazioni i plichi pervenuti oltre il suddetto termine perentorio di scadenza, anche indipendentemente dalla volontà del concorrente ed anche se spediti prima del termine medesimo. Ciò vale anche per i plichi inviati a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, a nulla valendo la data di spedizione risultante dal timbro postale dell’agenzia accettante. Tali plichi non verranno aperti e verranno considerati come non consegnati.
Le offerte redatte in modo non conforme alle prescrizioni o non corrispondenti alle modalità di presentazione delle richieste saranno considerate nulle.

4) Presentazione delle buste contenenti l’offerta

Il Plico esterno dovrà riportare l’indirizzo del Ministero dell’ Istruzione, dell’ Università e della Ric erca Ufficio scolastico regionale per la Lombardia – Ufficio XXI – Ambito territoriale di Varese, via Copelli n. 6, 21100 Varese.
Al fine dell’identificazione della provenienza del plico, quest’ultimo dovrà recare il timbro dell’offerente o altro diverso elemento di identificazione, la firma e/o sigla del legale rappresentante/procuratore speciale dell’offerente e, oltre alle indicazioni del mittente e cioè la denominazione o ragione sociale, la  dicitura “NON APRIRE – CONTIENE APPALTO MACCHINARI AUTOMATICI DISTRIBUZIONE BEVANDE UFFICIO XXI – AMBITO TERRITORIALE DI VARESE”.
Il plico esterno dovrà contenere:
– una busta “A” con dicitura “Documentazione Amministrativa”, recante il timbro dell’offerente o altro diverso elemento di identificazione, la firma e/o sigla del legale rappresentante/procuratore speciale dell’offerente e, oltre alle indicazioni del mittente e cioè la denominazione o ragione sociale.
La “Busta A – Documentazione Amministrativa” dovrà contenere gli allegati 1 (domanda di partecipazione) e 2 (modulo dichiarazione) compilati in tutte le parti necessarie
– una busta “B” recante il timbro dell’offerente o altro diverso elemento di identificazione, la firma e/o sigla del legale rappresentante/procuratore speciale dell’offerente e all’esterno, oltre alle indicazioni del mittente e cioè la denominazione o ragione sociale e la dicitura “Busta B – Offerta tecnica”. Tale busta dovrà contenere l’offerta tecnica compilata secondo il modello predisposto dall’amministrazione, che costituisce l’allegato 3 alla documentazione di gara.
– una busta “C” recante il timbro dell’offerente o altro diverso elemento di identificazione, la firma e/o sigla del legale rappresentante/procuratore speciale dell’offerente e all’esterno, oltre alle indicazioni del mittente e cioè la denominazione o ragione sociale e la dicitura “Busta C – Offerta economica”. La suddetta busta dovrà contenere l’offerta economica con specifica indicazione dei prezzi offerti per i singoli prodotti redatta utilizzando l’allegato 4 alla documentazione di gara.

5) Comparazione delle offerte e criterio di aggiudicazione

La presente gara verrà aggiudicata facendo riferimento all’art. 83 del D.lgs. n. 163/2006 e successive modifiche, a favore dell’offerta economicamente più vantaggiosa risultante dalla somma dei punteggi ottenuti per l’offerta tecnica e per quella economica.
Per la comparazione delle offerte si prenderanno in considerazione i criteri obiettivi e comparativi indicati nel presente paragrafo con i relativi punteggi.
In sede di esame delle offerte potranno essere richiesti elementi integrativi per consentire una migliore valutazione, senza modificare le ipotesi prescritte.
La commissione avrà a disposizione un punteggio massimo attribuibile pari a punti 100 e il punteggio sarà ripartito nei modi precisati nel presente paragrafo.
Nel caso di offerte che abbiano riportato uguale punteggio si procederà per sorteggio.
L’attribuzione dei punteggi è  calcolata fino alla seconda cifra decimale arrotondata all’unità superiore qualora la terza cifra decimale sia pari o superiore a cinque.

Valutazione dell’offerta economica (Busta C)

PREZZO PRODOTTI EROGATI PUNTEGGIO MASSIMO 60 PUNTI SU 100

I prezzi offerti per ciascuna categoria sono riferiti a prodotti acquistabili con moneta.
La possibilità di utilizzare chiavette ricaricabili è valutata all’interno dell’offerta tecnica e consente di differenziare i prezzi dei prodotti.
A seconda della modalità di acquisto da parte dell’utenza (moneta o chiavetta) possono essere praticati prezzi diversi per lo stesso prodotto, ma il prezzo dell’acquisto con chiavetta deve essere sempre inferiore a quello con moneta.
Per ciascuna categoria, si procederà all’attribuzione dei seguenti punteggi:

a) Caldo: caffè espresso, espresso lungo, macchiato: max punti 12
[il prezzo offerto per questa categoria non potrà essere superiore a € 0,40 a pena di esclusione].

 Il punteggio massimo sarà attribuito alla Ditta che avrà offerto il minor prezzo medio (somma dei singoli prezzi proposti divisa per il loro numero, ad es. (0,30+0,32+0,34)/3= 0,32).

 b) Caldo: altre bevande calde (caffè decaffeinato, latte, cappuccino, the al limone, cioccolata): max punti 6
[il prezzo offerto per questa categoria non potrà essere superiore a € 0,40 a pena di esclusione].

c) Bevande Fredde: acqua: max punti 6
[il prezzo offerto per questa categoria non potrà essere superiore a € 0,40 a pena di esclusione].

d) Bevande Fredde: bibite: max punti 6
[il prezzo offerto per questa categoria non potrà essere superiore a € 0,60 a pena di esclusione].

I distributori automatici dovranno obbligatoriamente fornire, in questa categoria, 1 prodotto “senza zuccheri/dietetico”.

e) Snack monoporzione (dolci e salati): max punti 6
I distributori automatici dovranno obbligatoriamente fornire, in questa categoria, 1 prodotto “senza zuccheri/dietetico”

f) Panini, tramezzini (recante etichetta prevista dalla normativa vigente in materia): max punti 12

g) Piatti Pronti (recante etichetta prevista dalla normativa vigente in materia): max punti 12

Il punteggio delle offerte pervenute sarà assegnato, per ciascuna categoria, secondo la seguente formula:

Punteggio assegnato = Pb * Pmax/Po
Dove:
Pb = Prezzo medio più basso offerto nella categoria di prodotti in valutazione Po = Prezzo offerto (prezzo medio della categoria di prodotti in valutazione) Pmax = punteggio massimo per ciascuna categoria.

Tutti i prezzi offerti si intendono comprensivi di spese di trasporto, consegna, caricamento, installazione e istruzioni al personale sul corretto utilizzo e ogni altro onere accessorio.

Tutti i prodotti offerti devono essere di prima qualità, nel rispetto della normativa vigente in materia.

Valutazione dell’offerta tecnica (Busta B). PUNTEGGIO MASSIMO 40 PUNTI SU 100.

La Commissione attribuirà il punteggio come di seguito elencato, fino ad un massimo di punti 40 su 100.

1. Celiachia (A.I.C), (offerto al prezzo massimo di €.) (punti 1,5);

2. Prodotti freschi quali yogurt e frutta (offerti al prezzo massimo di €) (punti 3);

3. Prodotti provenienti da commercio equo-solidale (offerti al prezzo massimo di €) (punti 2);

4. Tramezzini, panini farciti e simili (offerti al prezzo massimo di €) (punti 4);

5. Altri prodotti quali: chewing-gum, caramelle, cioccolato, ecc. (punti 1);

6. Prodotti senza conservanti (punti 3);

7. Anno di fabbricazione dei distributori successivo al 2010 (punti 4);

8. Anno di fabbricazione dei distributori successivo al 2011 (cumulabile al precedente: ad es., se le macchine sono successive al 2011 sono assegnati i punti previsti sia al punto 9 che al punto 10) (punti 4);

9. Distributori dotati di apparecchiatura rendi-resto (punti 2);

10. Distributori dotati di segnalazione assenza di monete di resto (punti 2);

11. Distributori dotati di elenco dettagliato dei prodotti (prezzo, marca, tipo di ingredienti, tipo di confezionamento, etc.) (punti 3);

12. Distributori dotati di sistema di pagamento con chiavetta ricaricabile (4 punti);

13. Distributori plurifunzionali (in grado di vendere sia bevande che snack) (4 punti);

14. Possesso di certificazione di qualità UNI EN ISO 9001 o eventuale successiva (punti 2,5).
L’aggiudicazione avverrà a favore della ditta che avrà totalizzato il punteggio più alto dato dalla somma dei predetti punteggi (offerta economica + offerta tecnica).

Trascorso il primo anno di vigenza contrattuale la ditta potrà richiedere l’aggiornamento dei prezzi in presenza di documentati aumenti del settore merceologico specifico.

Il Concessionario, nell’ipotesi di richiesta di aggiornamento dei prezzi, dovrà produrre all’Ufficio XXI – Ambitoterritoriale di Varese relazione atta ad indicare le motivazioni e i documenti giustificativi a supporto di detta richiesta.

Nel caso di accoglimento, i prezzi indicati nel superiore listino prezzi verranno aggiornati in conformità alle variazioni dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati. I prezzi, comunque, saranno arrotondati, per difetto, a € 0,05.

La gara sarà aggiudicata con apposito decreto dirigenziale alla ditta/società che avrà proposto l’offerta economicamente più vantaggiosa derivante dall’attribuzione del punteggio più alto (sommatoria dei punteggi parziali delle singole voci di appalto).

Si precisa che:
l’Ufficio XXI – Ambitoterritoriale di Varese si riserva
(I) il diritto di non procedere all’aggiudicazione nel caso in cui nessuna delle offerte presentate venga ritenuta idonea
(II) il diritto di procedere all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida, ai sensi dell’art. 69 del regio decreto 23 maggio 1924, n. 827
(III) il diritto di sospendere, reindire o non aggiudicare la gara motivatamente, ovvero
(IV) di non stipulare il Contratto anche se sia in precedenza intervenuta l’individuazione del concessionario.

• Gli offerenti sono vincolati alle offerte presentate per un periodo di 180 giorni naturali e consecutivi dalla data di scadenza del termine di presentazione delle offerte.

• Saranno esclusi i concorrenti che abbiano omesso di presentare i documenti richiesti, che non si siano attenuti alle modalità ed alle formalità previste, ovvero che abbiano rese false dichiarazioni. Ai sensi dell’art. 46 D.Lgs. n. 163/2006 l’Ufficio XXI – Ambito territoriale di Varese e/o, per esso, la Commissione di gara, si riserva di richiedere ai concorrenti di completare o di fornire chiarimenti in ordine al contenuto della documentazione e delle dichiarazioni presentate.

• Le offerte anormalmente basse verranno sottoposte a verifica, anche in base a quanto stabilito dagli  articoli 86, 87 e 88 del D.Lgs. n. 163/2006, richiedendo alle imprese concorrenti di fornire precisazioni e giustificazioni al riguardo, con facoltà dell’Ufficio XXI – Ambito territoriale di Varese e/o della Commissione giudicatrice di assegnare un termine perentorio entro cui le imprese concorrenti devono far pervenire le dette precisazioni e/o giustificazioni, pena l’esclusione dalla gara.

• Non verranno prese in considerazione offerte di Ditte appartenenti a dipendenti dell’USR Lombardia e dell’Ufficio XXI di Varese o loro parenti o affini.

La gara sarà dichiarata aperta da un’apposita Commissione, nominata dall’Ufficio XXI – Ambito t erritoriale di Varese , che il giorno 31/01/2014 con inizio alle ore 10:00 presso gli uffici in Via Copelli n. 6 Varese procederà: alla verifica dell’integrità e della tempestività della ricezione dei plichi pervenuti, nonché all’apertura dei plichi medesimi, alla verifica della presenza delle buste interne “A”, “B” e “C”, all’apertura delle buste “A” di tutte le offerte e alla constatazione della presenza dei documenti ivi contenuti.

A tale seduta della Commissione, potrà assistere un incaricato di ciascun concorrente il cui nominativo, in considerazione delle procedure riguardanti l’accesso di terzi presso la sede della Ufficio XXI – Ambito territoriale di Varese , dovrà essere comunicato mediante posta certificata da trasmettere a: uspva@postacert.istruzione.it entro il giorno precedente la data di seduta con allegata copia di un documento di identificazione con fotografia, nonché con l’indicazione dei relativi poteri o degli estremi della procura speciale.
L’accesso e la permanenza dei rappresentanti del concorrente nei locali ove si procederà alle operazioni di gara sono subordinati all’assoluto rispetto delle procedure di accesso e di sicurezza  in vigore presso USR Lombardia – Ambito territoriale di Varese ed all’esibizione dell’originale del documento di identificazione.
La Commissione, riunita in seduta pubblica, nell’esaminare il contenuto dei singoli documenti contenuti nelle buste “A”, in caso di irregolarità, non compromettenti la “par condicio” fra i concorrenti e nell’interesse dell’Ufficio XXI – Ambi o territoriale di Varese, potrà invitare il concorrente, a mezzo di opportuna comunicazione scritta anche solo a mezzo fax, a regolarizzare i documenti e/o a fornire i chiarimenti opportuni, ai sensi dell’art. 46, D. Lgs. 163/2006. Fino a perfezionamento della documentazione, le altre buste non verranno aperte.
Al termine della verifica dei documenti delle buste “A”, la Commissione, in seduta pubblica, di cui comunicherà ora, data e luogo, procederà all’apertura delle buste “B – Offerta Tecnica” per accertare l’esistenza e la regolarità dei documenti in esse contenuti e, successivamente, per valutare l’offerta tecnica.
Al termine della verifica dei documenti delle buste “B”, la Commissione, in seduta pubblica di cui comunicherà ora, data e luogo, procederà all’apertura delle buste “C – Offerta Economica ” per accertare l’esistenza e la regolarità dei documenti in esse contenuti e, successivamente, per valutare l’offerta economica.

6) Specifiche tecniche e caratteristiche dei prodotti.
I distributori automatici devono contenere almeno le bevande e gli alimenti di seguito elencati che dovranno essere di prima qualità, provenienti da primarie ditte produttrici:

BEVANDE CALDE: CAFFÈ, CAFFÈ DECAFFEINATO, LATTE, CAPPUCCINO, THE AL LIMONE, CIOCCOLATA;

BEVANDE FREDDE: ACQUA OLIGOMINERALE, sia naturale sia frizzante, BIBITE IN LATTINA E SUCCHI NELLE CONFEZIONI DI SEGUITO SPECIFICATE:

  • Acqua bottiglie;
  • the freddo, aranciata, cola, bibite tipo integratore: PET capacità lt 0,5;
  • Bibite capacità.cl.33;
  • Bevande in tetrapak capacità cl 25;

PRODOTTI DA FORNO E SNACKS IN MONOPORZIONE (SNACKS SALATI E MERENDE DOLCI).

I distributori automatici dovranno obbligatoriamente fornire almeno 1 prodotto “senza zuccheri/dietetico”.

Nei distributori deve essere garantita, in ogni caso, la presenza contemporanea di vari tipi di panini, tramezzini etc, merendine, biscotti, snack, dolci e salati.
Tutti gli alimenti devono essere in confezione monodose e l’incarto dovrà essere provvisto di tutte le indicazioni previste dalle normative vigenti (nome del prodotto, produttore, luogo di confezionamento, ingredienti, data di scadenza).
L’erogazione di eventuali ulteriori prodotti deve essere preventivamente autorizzata da parte dell’Ufficio XXI – Ambito territoriale di Varese , che si riserva la facoltà di fare effettuare dalle Autorità sanitarie competenti, controlli sulla qualità dei prodotti immessi nei distributori, nonché sull’osservanza delle norme igieniche e sanitarie ed in genere su tutto ciò che riterrà necessario per verificare il corretto funzionamento del servizio o gravi e ripetute risultanze negative riscontrate dai controlli sanitari dei prodotti, comporteranno la revoca della concessione.
L’impresa si impegna a sostituire i prodotti confezionati almeno 2 (due) giorni consecutivi di calendario prima della data di scadenza indicata sul prodotto stesso.
L’Ufficio XXI – Ambito territoriale di Varese si riserva in ogni momento di procedere a controlli qualitativi e quantitativi dei prodotti erogati al fine di verificarne la rispondenza alle caratteristiche dichiarate in sede di offerta o minime di legge.
In caso di difformità i prodotti contestati dovranno essere sostituiti a spese della ditta nel minor tempo possibile, fatto salvo il rimborso delle spese sostenute nell’esecuzione dei suddetti controlli e il pagamento della relativa penale, nonché il risarcimento per eventuali ulteriori danni.

7) Obblighi da assumere da parte del vincitore della gara e divieto di subappalto e cessione del contratto di concessione.
L’Ufficio XXI – Ambito territoriale di Varese è sollevato da qualsiasi responsabilità civile e penale derivante dall’esecuzione del servizio oggetto della concessione e, pertanto, il Concessionario si obbliga alla completa ottemperanza di tutte le disposizioni legislative e dei regolamenti riguardanti l’assicurazione infortunistica, previdenziale e mutualistica dei propri dipendenti addetti ai lavori sopraccitati e della legge sulla prevenzione e la sicurezza del lavoro, assumendone la piena responsabilità anche in caso di inadempienza.

In particolare, l’impresa si impegna ad attenersi a quanto riportato nella normativa in vigore riferita al miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro, nonché alle norme d’igiene dei prodotti alimentari.
La Ditta concessionaria si impegna inoltre ad applicare nei confronti del proprio personale dipendente il vigente contratto di lavoro e tutti gli aggiornamenti che intervengano nel corso del tempo. L’impresa si assume in proprio ogni responsabilità in caso di infortuni ed in caso di danni arrecati per manchevolezza o trascuratezza nell’esecuzione delle prestazioni a persone e cose sia di proprietà Ufficio XXI – Ambito territoriale di Varese che di terzi.
L’Ufficio XXI – Ambito territoriale di Varese non sarà responsabile di eventuali danni che dovessero essere causati dagli utenti ai distributori, né di eventuali furti, incendi, atti vandalici ecc. riguardanti i distributori automatici, ovvero altri apparecchi collocati dalla Ditta concessionaria in strutture dell’Ente.
L’Ufficio XXI – Ambito territoriale di Varese è sollevato da ogni responsabilità in ordine ai mancati pagamenti del concessionario nei confronti dei fornitori della merce a lui destinata.
Il mancato possesso delle autorizzazioni di carattere amministrativo necessarie all’esercizio dell’attività di cui trattasi, come pure l’eventuale revoca di dette autorizzazioni comporterà il venir meno della concessione del servizio in questione senza che la Ditta possa vantare diritti di alcun genere nei confronti dell’Ufficio XXI – Ambito territoriale di Varese.
È vietato subappaltare la concessione ed è vietata la cessione del contratto di concessione.

8) Obblighi del concessionario relativi alla tracciabilita’ dei flussi finanziari.
Il Concessionario assume tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche.

9) Modifica ordine e quantitativi dei distributori automatici.
L’Ufficio XXI – Ambito territoriale di Varese e si riserva la facoltà, in relazione alle proprie effettive esigenze, di richiedere un aumento o una diminuzione del numero dei distributori.
La ditta concessionaria dovrà installare e gestire i nuovi distributori automatici, agli stessi prezzi, patti e condizioni del contratto vigente: il canone da corrispondere verrà calcolato, in dodicesimi, dalla data di installazione della nuova apparecchiatura e secondo le condizioni di cui all’art. 2 di questo bando.

10) Autorizzazioni e permessi.
Restano a carico della ditta concessionaria tutti gli eventuali adempimenti per l’ottenimento di permessi e autorizzazioni necessari per la corretta erogazione dei servizi

11) Durata del contratto.
La durata del contratto è di tre anni (trentasei mesi) decorre dalla sua stipula e non è tacitamente rinnovabile.

12) Documenti.
Il vincitore della gara d’appalto dovrà provvedere a munirsi dei seguenti documenti, prima della stipula del contratto:

1. certificato di iscrizione alla Camera di Commercio;

2. scheda tecnica delle apparecchiature installate;

3. certificato di residenza;

4. stato di famiglia;

5. codice fiscale e numero di partita IVA;

6. autorizzazione sanitaria;

7. certificato antimafia;

8. certificato penale dei carichi pendenti rilasciato sia dalla Procura che dalla Pretura;

9. tassa di concessione;

10. questionario di Corretta Prassi Igienica – H.A.C.C.P. (Analisi dei rischi e punti critici di controllo);

11. dichiarazione d’impegno di copertura polizza assicurativa;

13) Polizze assicurative.
Prima dell’installazione dei distributori automatici, la concessionaria dovrà comprovare, producendone copia, di aver stipulato adeguate polizze assicurative con primarie compagnie e per un massimale non inferiore a € 800.000,00 a copertura del rischio di incendio o altri danni causati ai beni dell’Ufficio XXI – Ambito territoriale di Varese e ai locali dove sono sistemati i distributori automatici per cattivo funzionamento delle apparecchiature in questione, nonché a copertura di qualunque tipo di danno che gli utenti potrebbero subire in conseguenza dell’uso dei distributori ovvero del consumo degli alimenti o bevande messi in vendita.
La ditta che si aggiudica la fornitura dovrà essere in regola con il DURC.

14) Varianti.
Non sono ammesse varianti a quanto indicato nella richiesta di offerta.

15) Informazioni.
Responsabile del procedimento: Angela Coralluzzo Coll.Amm.va presso MIUR USR Ufficio XXI di Varese.
(tel. 0332 257111 – mail: angela.coralluzzo.va@istruzione.it).

Trattamento dati personali – Ai sensi del decreto legislativo n. 196 del 30 giugno 2003, “Codice in materia di protezione dei dati personali”, si informa che:

a. Le finalità a cui sono destinati i dati raccolti e le modalità di trattamento ineriscono la procedura di quanto oggetto della presente richiesta di offerta, nella piena tutela dei diritti dei concorrenti e della loro riservatezza;

b. I diritti dei soggetti interessati sono quelli di cui al d. lgs 196/2003 e successive modificazioni.

La ditta che si aggiudicherà l’offerta dovrà corrispondere all’Amministrazione Provinciale di Varese proprietaria dell’immobile sito in Via Copelli n. 6, il consumo di energia elettrica che verrà verificato attraverso un contatore installato a carico della ditta aggiudicatrice, nonché il consumo dell’acqua necessaria il cui costo sarà concordato con l’Amministrazione Provinciale di Varese.

 f.to Il dirigente
Claudio Merletti

Per informazioni: Angela Coralluzzo
Tel. 0332 257130
email: angela.coralluzzo.va@istruzione.it

Allegati

allegato4
Filename : allegato4-3.pdf (36 KB)
Etichetta :
Bando macchinette bevande e snack prot.0000164.09-01-2014
Filename : bando-macchinette-bevande-e-snack-prot-0000164-09-01-2014.pdf (182 KB)
Etichetta :
allegato1
Filename : allegato1-4.pdf (21 KB)
Etichetta :
allegato2
Filename : allegato2-3.pdf (41 KB)
Etichetta :
allegato3
Filename : allegato3-3.pdf (30 KB)
Etichetta :
delibera a contrarre 2014
Filename : delibera-a-contrarre-2014.pdf (89 KB)
Etichetta :

Direzione regionale e altri ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

IXMilano