Navigazione veloce

Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca - USR Lombardia - Ufficio XIII - Ambito territoriale di Sondrio - Via Carlo Donegani, 5 - 23100 Sondrio - Tel. 0342 541 111 - Codice Ipa: m_pi - PEC uspso@postacert.istruzione.it - E-mail: usp.so@istruzione.it - Codice AOO: AOOUSPSO - Codice Univoco per la fatturazione elettronica: HKPE39 - CF 80000360141

Note informative circa le nuove norme corsi CIGC scolastici e esami

Le novità sugli esami per il Patentino entrate in vigore il 1° aprile

 

Direzione Generale
Ufficio XX – Sondrio
Via Donegani, 5 – 23100 Sondrio
Posta Elettronica Certificata: uspso@postacert.istruzione.it

Prot. n. MIUR AOOUSPSO R.U. 4279
Sondrio, 11 aprile 2011

Ai Dirigenti Scolastici
degli Istituti Secondari di Primo e Secondo Grado

Ai docenti referenti per la sicurezza stradale e “Patentino

Oggetto: Note informative circa le nuove norme corsi CIGC scolastici e esami

Come si evince dalla CM del MIT  prot. N° 10099/RU del 28.03.2011 ed i collegati Decreti 0000081 del 01/03/2011 e 0000106 del 23.03.2011, vengono introdotte  nuove norme relativamente ai Corsi CIGC ed i collegati esami di idoneità alla guida.

Si riassumono di seguito tali nuove indicazioni alle quali, dal 1° aprile, è obbligatorio attenersi; per quanto non specificato si rimanda alla CM e Decreti sopra citati.

Si chiarisce comunque che:

  • per i soggetti che hanno frequentato un corso entro la data del 31 marzo 2011 ed hanno, tramite la scuola o direttamente all’Ufficio della Motorizzazione Civile, presentato l’istanza di conseguimento del CIGC entro la medesima data nulla è cambiato; affronteranno solo l’esame teorico come gli anni precedenti.

Nel caso però di non superamento della prova, la nuova istanza di conseguimento del CIGC, presentata dopo la data del 1° aprile 2011, rientra nella disciplina delle nuove disposizioni.

a) I corsi CIGC devono programmare anche una 13° ora di lezione su “elementari conoscenze sul funzionamento dei ciclomotori in caso di emergenza”; gli argomenti da approfondire sono citati, in riferimento all’art. 1, comma 1, lettera r del DM 0000106 citato, nell’allegato 1.
Tale ora “aggiuntiva” deve essere certificata dal “soggetto erogatore del corso” (Dirigente) e deve essere acquisita dagli UMC (Ufficio Motorizzazione Civile all’atto di presentazione dell’istanza di conseguimento del CIGC.

La norma è in particolare rivolta a quelle realtà scolastiche che alla data del 1° aprile hanno già concluso i corsi, ma in ritardo nella presentazione delle istanze; per quelle realtà in cui i corsi sono in programmazione o non iniziati, è necessario prevedere alla programmazione di tale ora di lezione.

Documentazione da presentare per l’istanza di conseguimento CIGC:

b) la presentazione dell’istanza (domanda d’esame) si deve unicamente  formalizzare con il Modello TT2112 sul quale si devono manualmente apportare alle pagine 1 e 3 le modifiche A e B indicate nel facsimile allegato alla presente, che riproducono appunto le parti delle pagine 1 e 3 interessate del Modello TT2112.

I modelli sono ritirabili presso gli Uffici della Motorizzazione Civile di Sondrio;

c) da allegare la scheda nella quale si dichiara il tipo di veicolo (se il candidato minore firmata anche dal “tutore”) con il quale si intende sostenere la prova pratica di guida (ciclomotore a due ruote oppure a tre ruote oppure quadriciclo leggero).

A chiarimento:

–    alla prova teorica ad ogni candidato sarà rilasciata una autorizzazione  ad esercitarsi alla guida di un ciclomotore; tale autorizzazione consente di esercitarsi alla guida al fine di conseguire una formazione adeguata a sostenere la prova pratica; ad esito negativo della prova teorica tale autorizzazione sarà immediatamente ritirata ed annullata.

–    Il candidato non potrà sostenere la prova pratica prima che non sia trascorso un mese e un giorno dal rilascio della stessa.

–    L’autorizzazione ha validità di sei mesi (con la possibilità di al massimo 2 prove con tempo l’una dall’altra di non meno di un mese).

–    All’atto della prenotazione della prova pratica il candidato presenterà anche dichiarazione di formazione adeguata (allegato 1 alla CM prot. N° 10099/RU del 28.03.2011) a sostenere la prova pratica; la dichiarazione, per i minori è firmata dal “tutore”. In merito si specifica che il candidato non può essere ammesso a sostenere la prova pratica su un veicolo diverso da quello indicato nelle note della scheda TT2112.

  • Veicolo tipo L1e (ciclomotore a due ruote)
  • Veicolo tipo L3e (ciclomotore a tre ruote – triciclo leggero)
  • Veicolo tipo  L6e (ciclomotore a quattro ruote – quadriciclo leggero)

* Specificare se a cambio manuale o automatico

d) il certificato medico non può avere data anteriore a tre mesi rispetto alla data di presentazione dell’istanza di conseguimento CIGC;

e) ulteriore versamento sul C/C 9001 di Euro 9,00 (i versamenti su tale C/C possono essere cumulativi Euro 15,00 + 9,00   tot Euro 24,00).

Considerazioni conclusive.

Appare evidente che i corsi scolastici 2010/2011 per il conseguimento del CIGC assolvano pienamente al loro compito formando i partecipanti a che possano sostenere l’esame unicamente teorico. Dopo questa prova, appare scontato che ogni candidato, istruito delle indicazioni specifiche ed eventualmente della modulistica necessaria, si attivi autonomamente per sostenere la successiva prova pratica, sostenibile comunque tramite autoscuola o privatamente.

Il dirigente
F.to Nicola Montrone

Allegati

CS/cs

Referente per l’Educazione alla Sicurezza Stradale

Clemente Silvestri
0342 54 12 25
so.fisic@katamail.com

Direzione regionale e altri ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

IXMilano