Navigazione veloce

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - USR Lombardia - via Pola, 11 - 20124 - Milano - Tel. 02 574 627 1 - Codice Ipa: m_pi - PEC drlo@postacert.istruzione.it - E-mail: direzione-lombardia@istruzione.it - Codice AOO: AOODRLO - Codice per la fatturazione elettronica: HKPE39 per la contabilità generale, S068C6 per quella ordinaria - CF 97254200153

Ufficio scolastico regionale per la Lombardia > Sicurezza > Regolamento antifumo > Divieto di fumo: indicazioni operative 2015

Divieto di fumo: indicazioni operative 2015

Direzione Generale
Ufficio I – Affari generali, personale e servizi della direzione generale

Via Pola, 11 – 20124 Milano
Posta Elettronica Certificata: drlo@postacert.istruzione.it

Prot. MIURAOODRLO R.U.  2408
Milano, 25 febbraio 2015

Oggetto: Divieto di fumo: accertamento, contestazione e verbalizzazione. Indicazioni operative

Si forniscono, qui di seguito, indicazioni operative di base per il corretto svolgimento dell’incarico di vigilanza al rispetto del divieto di fumo.

 

  1. Gli incaricati, che accertino una violazione del divieto, si qualificheranno ed esibiranno, a richiesta del trasgressore, l’incarico ricevuto e/o documento d’identità personale;
  2. di seguito procederanno alla redazione del verbale di contestazione, alla presenza del trasgressore, che deve essere informato sulla possibilità di mettere dichiarazioni a verbale;
  3. l’ammontare della sanzione minima è di € 27,50 (sino ad un massimo di € 275,00), sanzione da raddoppiare se la violazione si è verificata in presenza di una donna in evidente stato di gravidanza o in presenza di lattanti o bambini fino a 12 anni.
  4. Premesso il divieto di riscossione diretta dell’ammontare, le modalità di pagamento della sanzione vanno riportate nel modello di verbale (ove verrà anche ricordato che copia della ricevuta di pagamento dovrà essere fatta pervenire all’Ufficio I);
  5. il verbale va redatto in triplice copia e firmato dal trasgressore e dall’accertante; una copia va consegnata al trasgressore e le altre due conservate dall’addetto;
  6. se il trasgressore non intende presenziare alla stesura del verbale o si allontana, oppure non intende sottoscriverlo o accettarne copia è necessario richiedere le generalità e, in caso di rifiuto a fornirle, acquisirle d’ufficio, sulla base di elementi in possesso dell’accertante stesso o di terzi presenti al fatto. Tali circostanze verranno puntualmente descritte nel verbale, che sarà poi recapitato al domicilio dell’interessato a cura dell’Ufficio;
  7. unitamente alle copie del verbale, gli incaricati cureranno la redazione della scheda riassuntiva dei verbali fatti;
  8. gli incaricati avranno cura di conservare tutta la documentazione in apposito cassetto o armadio, assicurando il rispetto delle disposizioni previste in materia di trattamento dati personali;
  9. l’omessa applicazione della normativa in materia di vigilanza sul divieto di fumo, comporta, per gli incaricati, la soggezione a sanzione compresa tra i 220 e i 2200 €, secondo quanto previsto dal D.Lgs 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni.

Il Dirigente Ufficio I
Luciana Volta

Ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

XMilano