Navigazione veloce

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - USR Lombardia - via Pola, 11 - 20124 - Milano - Tel. 02 574 627 1 - Codice Ipa: m_pi - PEC drlo@postacert.istruzione.it - E-mail: direzione-lombardia@istruzione.it - Codice AOO: AOODRLO - Codice per la fatturazione elettronica: HKPE39 per la contabilità generale, S068C6 per quella ordinaria - CF 97254200153

Dossier Informativo sull’insegnamento del tedesco

Opportunità di rilancio dell’insegnamento della lingua e civiltà tedesca, in risposta alla richiesta di competenze plurilingui, condivisa e promossa da tutte le istituzioni europee quale valore di crescita individuale, economica e sociale.

Direzione Generale
Relazioni internazionali e lingue straniere
Via Ripamonti, 85 – 20141 Milano
Posta Elettronica Certificata: drlo@postacert.istruzione.it

Prot. n. MIUR AOODRLO R.U. 902
Milano, 28 gennaio 2011

Ai dirigenti scolastici delle
scuole secondarie di I e II grado
della Lombardia

Oggetto: Trasmissione del Dossier Informativo sull’insegnamento del tedesco

L’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia desidera richiamare l’attenzione delle SS. LL.  sull’importanza dell’insegnamento del tedesco in Lombardia.

Negli ultimi anni si è assistito ad una forte contrazione dell’offerta della lingua tedesca sia nelle scuole secondarie di primo grado sia in quelle di secondo grado. La progressiva riduzione dell’insegnamento della lingua e civiltà tedesca è in contraddizione con le reali esigenze del territorio lombardo che vede la Germania come primo partner commerciale sia per import/export sia per i movimenti del turismo verso la nostra regione.

Nel rispetto dell’autonomia organizzativa e didattica di ciascuna istituzione scolastica, l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia reputa opportuno trasmettere l’allegato Dossier informativo e  invita le SS. LL.  a  voler considerare l’opportunità  di rilanciare l’insegnamento della lingua tedesca in risposta a:

  • la richiesta di competenze plurilingui condivisa e promossa da tutte le istituzioni  europee quale valore di crescita individuale, economica e sociale, finalizzata ad assicurare ad ogni  cittadino europeo la possibilità di scelta tra il maggior numero di lingue straniere possibili con cui esprimersi ed operare;
  • la necessità di offrire agli studenti l’occasione di confrontarsi con questa lingua straniera.  E’ dimostrato che ogni apprendimento linguistico iniziato a scuola viene continuato con maggiore facilità nelle fasi successive della vita. Senza un sostegno scolastico è difficile accostarsi alla studio del tedesco (vedi Dossier p. 24, 25);
  • l’opportunità per gli studenti di apprendere una lingua che risulta essere strumento privilegiato e strategico per  accedere al mercato del lavoro (vedi Dossier p. 25, 26, 28);
  • l’occasione per gli studenti di rafforzare le abilità logiche, trasversali a tutte le discipline,  oltre che alla lingua madre e alle altre lingue straniere. La struttura profonda della lingua tedesca  aiuta la riflessione formale, lessicale e morfosintattica. Da non dimenticare, inoltre, il contributo imprescindibile offerto dalla lingua tedesca alla scienza, alla filosofia, alla letteratura e alla musica;
  • il ruolo importante svolto dalla lingua tedesca nell’Unione Europea: dopo l’inglese (38%), il tedesco (14%) è la lingua più parlata in Europa: chi parla il tedesco può comunicare con oltre 100 milioni di persone;
  • l’importanza delle relazioni commerciali tra la Germania e i paesi in cui si parla la lingua tedesca (Germania, Austria, Svizzera e Liechtenstein) e la Lombardia.  La Germania è il primo partner commerciale dell’Italia: i dati Istat confermano che il 26% delle importazioni annuali e il 21% delle esportazioni annuali della Lombardia si svolgono con paesi di lingua tedesca (vedi Dossier p. 5-14/17-22). Molte imprese lombarde hanno contatti con paesi di lingua tedesca grazie a filiali italiane all’estero, imprese tedesche hanno filiali in Lombardia (ad es. Bosch, Siemens, Porsche, Mercedes Benz).  Lo studio del tedesco risponde, quindi, alle esigenze economiche e occupazionali del territorio;
  • i turisti in Lombardia provenienti dalla Germania e dai paesi di lingua tedesca sono al primo posto con una percentuale del 55% rispetto al resto d’Europa e del 32% sul totale delle presenze da tutto il mondo (vedi Dossier p. 15,16);
  • le richieste  del settore commerciale e turistico del mondo del lavoro. In alcuni casi è stata rilevata una contrazione occupazionale a causa della carente conoscenza di questa lingua.  Import, export, istituti di credito (ad esempio, la Banca Centrale Europea ha la sua sede a Francoforte sul Meno), industrie automobilistiche, multinazionali della chimica, dell’elettronica e della meccanica sono i settori in cui la conoscenza del tedesco dà una marcia in più (vedi dossier p.17-22)
  • le opportunità di maggiore mobilità offerte a chi conosce il tedesco in quanto permette, nei viaggi di lavoro e di studio, di stabilire rapporti diretti con le popolazioni locali, acquisendo maggiore consapevolezza della propria “cittadinanza europea” (vedi Dossier p. 25,27,28)

Alla luce delle suddette motivazioni, l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia invita le SS. LL. a rilanciare nelle Loro scuole lo studio della  lingua tedesca come lingua strategica per il presente e il futuro nonché  per la formazione culturale e professionale degli studenti.

Si suggeriscono due strategie:

  • mantenere e potenziare l’insegnamento della lingua tedesca nei propri istituti nei vari indirizzi e nel piano dell’offerta formativa. Poiché nei licei ove viene insegnata una sola lingua straniera non è specificata  la lingua da studiare, si potrebbe offrire il  tedesco;
  • sostenere le iniziative che tendono a migliorare la qualità dell’insegnamento/apprendimento delle lingue straniere e del tedesco in particolare, mediante l’attivazione di Certificazioni internazionali, la promozione di esperienze CLIL (insegnamento di una disciplina non linguistica in una lingua straniera), corsi di tedesco per docenti e genitori e, naturalmente,  promuovendo stage all’estero e scambi tra scuole che  rafforzano e arricchiscono non solo la conoscenza e le competenze linguistiche, ma anche  l’esperienza personale di ogni studente.

Confidando nella consueta collaborazione, si rimane a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione.

La dirigente
Gisella Langè

Allegato

Dossier informativo sul tedesco
Titolo: Dossier informativo sul tedesco (0 click)
Etichetta:
Filename: protlo902_11all1.pdf
Dimensione: 820 KB

GL/rs

Per informazioni: Rita Scifo
tel 02 574 627 322
Email lingue@istruzione.lombardia.it

  • Condividi questo post su Facebook

Ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

XMilano