Navigazione veloce

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - USR Lombardia - via Pola, 11 - 20124 - Milano - Tel. 02 574 627 1 - Codice Ipa: m_pi - PEC drlo@postacert.istruzione.it - E-mail: direzione-lombardia@istruzione.it - Codice AOO: AOODRLO - Codice per la fatturazione elettronica: HKPE39 per la contabilità generale, S068C6 per quella ordinaria - CF 97254200153

L. 448/1998: avvio della procedura di selezione per l’assegnazione di 43 dirigenti scolastici e docenti

Avviso dell’avvio di procedura di selezione per lo svolgimento dei compiti connessi con l’attuazione dell’autonomia scolastica per gli anni scolastici 2011/2012 e 2012/2013. Domande on line dal 21 marzo.

Scarica il testo della circolare (pdf, 64 kb) in formato pdf

Direzione Generale
Via Ripamonti, 85 – 20141 Milano
Posta Elettronica Certificata: drlo@postacert.istruzione.it

Prot. n. MIUR AOODRLO R.U. 2586
Milano, 8 marzo 2011

Ai dirigenti scolastici
delle scuole statali di ogni ordine e grado
della Lombardia
Loro sedi

Alle OO.SS. del Comparto scuola
e dell’area V della dirigenza scolastica
Loro sedi

Al MIUR – Dipartimento per l’Istruzione
Ufficio IV – Direzione Generale del Personale della Scuola
Roma

Oggetto: Assegnazione di dirigenti scolastici e di docenti per lo svolgimento dei compiti connessi con l’attuazione dell’autonomia scolastica. Legge 23.12.1998, n. 448, art. 26, comma 8 – biennio scolastico 2011/13

Tenuto conto di quanto disposto dalla C.M. n. 11, Prot. AOODGPER 751 del 8.02.2011, questo Ufficio Scolastico Regionale ha destinato il contingente disponibile per l’a.s. 2011/2012, costituito da nr. 43 dirigenti scolastici e docenti da utilizzare per lo svolgimento di compiti connessi con l’attuazione dell’autonomia scolastica, alle seguenti aree tematiche:

  • sostegno e supporto alla ricerca educativa e alla didattica, in relazione all’attuazione dell’autonomia: supporto alla pianificazione dell’offerta formativa, con particolare riferimento ai processi di innovazione in atto, iniziative di continuità tra i vari ordini di scuola, organizzazione flessibile del tempo scuola, formazione e aggiornamento del personale, innovazione didattica, progetti di valutazione e qualità della formazione, progetti a carattere internazionale, attività di orientamento, attuazione del diritto-dovere all’istruzione e alla formazione professionale;
  • sostegno e supporto per l’attuazione dell’autonomia nel territorio, ai processi organizzativi e valutativi dell’autonomia scolastica (documentazione, consulenza, iniziative di sportello, monitoraggio, valutazione ecc.);
  • sostegno alla persona e alla partecipazione studentesca: alla educazione degli adulti, educazione alla convivenza civile (alla cittadinanza, stradale, ambientale, alla salute, alimentare, all’affettività), integrazione scolastica dei soggetti disabili, pari opportunità donna-uomo, dispersione scolastica, disagi della condizione giovanile, consulte provinciali studentesche, orientamento scolastico, attività complementari e integrative;
  • raccordi interistituzionali (alternanza scuola-lavoro, esperienze formative e stage) istruzione e formazione superiore integrata, rapporto con il territorio;
  • gestione e organizzazione, ivi compresi i supporti informatici (organi collegiali, attivazione di reti di scuole, utilizzo delle nuove tecnologie).

Il personale utilmente collocato nella graduatoria di merito sarà assegnato presso gli Uffici dell’USR Lombardia secondo le modalità e le quantità che saranno individuate con successivo provvedimento.

Informate le OO.SS. del comparto scuola e dell’area V della dirigenza scolastica, aventi titolo alla contrattazione decentrata e considerato quanto disposto dalla C.M. n. 11/2011 predetta e quanto sopra esposto,

IL DIRETTORE GENERALE
E M A N A

il seguente avviso di avvio della procedura di selezione per l’assegnazione di 43 dirigenti scolastici e docenti per lo svolgimento dei compiti connessi con l’attuazione dell’autonomia scolastica, per gli anni scolastici 2011/2012 e 2012/2013, con riferimento a quanto previsto dalla L. 23/12/1998, n. 448 – art. 26, comma 8.

A – PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande da parte del personale interessato all’utilizzazione, riferite agli anni scolastici 2011/2012 e 2012/2013, dovranno essere compilate on-line all’indirizzo www.istruzione.lombardia.gov.it/domanda448_11/

L’applicativo sarà disponibile a partire da lunedì 21 marzo. Al termine della compilazione il sistema genererà un report che dovrà essere stampato, firmato e presentato entro e non oltre il 9 aprile 2011.

  1. presso  la scuola di servizio;
  2. presso la scuola di titolarità per il personale a qualsiasi titolo privo di sede di servizio;
  3. presso la sede di servizio per il personale già utilizzato presso gli Uffici Scolastici Territoriali di questo USR.

La domanda dovrà contenere le seguenti indicazioni:

  1. cognome, nome, luogo e data di nascita;
  2. qualifica (se dirigente o docente) e materia di insegnamento;
  3. sede di titolarità e sede di servizio in caso siano diverse;
  4. data di immissione in ruolo;
  5. dichiarazione di aver superato il periodo di prova;
  6. indicazione dell’area o delle aree tematiche, per le quali chiede di essere utilizzato, per specifica competenza, a titolo preferenziale;
  7. dichiarazione di disponibilità per una o più sedi territoriali, in ordine di preferenza;
  8. dichiarazione di disponibilità all’assegnazione per la durata del biennio.

Il modulo on-line prevede anche la compilazione del curriculum personale, ove dovranno essere specificati i titoli:

  • culturali
  • scientifici, da documentare per la valutazione
  • professionali,

nonché

  • il grado di conoscenza di lingue straniere – Livello minimo richiesto B1;
  • il livello di conoscenza ed uso del P.C.

I titoli non vanno presentati ma solo dichiarati, corredati di un abstract e, se pubblicati on-line deve essere indicato l’indirizzo web per la loro reperibilità.

L’interessato dovrà inoltre dichiarare sotto la propria responsabilità, in calce alla domanda, di non aver presentato analoga richiesta presso altro Ufficio dell’Amministrazione centrale o regionale.
Le domande prive delle suddette indicazioni, ovvero, indirizzate genericamente al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, non saranno prese in considerazione.

B – VALUTAZIONE DEGLI ASPIRANTI

Saranno presi in considerazione i seguenti titoli:

  • titoli culturali: diplomi e lauree posseduti in aggiunta al titolo che dà accesso alla carriera di appartenenza, specializzazioni universitarie, dottorati di ricerca, contratti universitari, vincite di altri concorsi, borse di studio;
  • titoli scientifici: ricerche, pubblicazioni a stampa, articoli, prodotti multimediali, altri lavori originali;
  • titoli professionali: pregresse esperienze professionali nello svolgimento di compiti connessi all’autonomia, incarichi svolti all’interno dell’Amministrazione della Pubblica Istruzione e delle Istituzioni scolastiche, attività di progettazione, ricerca, sperimentazione, formazione anche nell’ambito di progetti che vedono coinvolti Università, INVALSI, i cessati Istituti di Ricerca (INDIRE, IRRE), Centri di ricerca e formazione etc.

Il personale chiamato a svolgere compiti di supporto all’autonomia dovrà inoltre essere in possesso di specifici requisiti che connotino il proprio profilo professionale:

  • competenze trasversali  di tipo progettuale, gestionale e promozionale;
  • motivazione professionale a far  parte dei processi di innovazione;
  • capacità di porsi in relazione, di lavorare in gruppo, di assumere responsabilità;
  • spessore culturale in ordine ai processi didattici, organizzativi e relazionali derivanti dall’autonomia.

L’esame dei candidati sarà effettuato da una Commissione – appositamente costituita presso l’Ufficio Scolastico Regionale, attraverso la valutazione di un colloquio finalizzato all’accertamento delle capacità relazionali del candidato e delle competenze coerenti con le problematiche dell’area tematica scelta – e la valutazione dei titoli dichiarati.

Ai fini della valutazione, la Commissione dispone di 100 punti, così ripartiti:

  • colloquio: punti 70;
  • valutazione titoli: punti 30.

Sulla base del colloquio effettuato e della valutazione titoli sarà predisposta una graduatoria di merito in base alla quale saranno individuati i candidati che, in relazione ai posti disponibili e ai compiti da svolgere, risultino in possesso della qualificazione richiesta e di un punteggio finale non inferiore a 60.

Tale graduatoria avrà validità biennale.

C – NATURA E DURATA DELL’INCARICO

Gli incarichi avranno durata biennale e comunque non potranno andare oltre la data del 31.8.2013.

Il personale utilizzato, al termine di ogni anno, potrà rinunciare all’assegnazione per sopravvenuti gravi motivi personali o familiari, dando comunicazione scritta all’Ufficio Scolastico Regionale, che valuterà la richiesta.

Il Direttore Generale, alla scadenza annuale, potrà valutare l’opportunità di non confermare l’incarico per un ulteriore periodo annuale, con provvedimento motivato.

Sia la revoca da parte dell’Ufficio che la rinuncia da parte dell’interessato avranno effetto dall’inizio dell’anno scolastico successivo.

Il servizio prestato nell’incarico prevede il collocamento fuori ruolo ed è valido come servizio di istituto per il conseguimento di tutte le posizioni di stato giuridico ed economico nelle quali sia richiesta la prestazione del servizio medesimo.

Qualora il collocamento fuori ruolo abbia avuto durata non superiore ad un quinquennio, a partire dall’anno scolastico 2000/2001, i docenti, all’atto della cessazione dalla posizione di collocamento fuori ruolo, sono assegnati alla sede nella quale erano titolari all’atto del provvedimento.

Ai dirigenti scolastici si applicano le disposizioni dei vigenti contratti  collettivi dell’area della Dirigenza scolastica.

I collocamenti fuori ruolo che abbiano avuto complessivamente durata superiore ad un quinquennio, a partire dall’anno scolastico 2000/2001, comportano la perdita della sede di titolarità. A tal fine, i periodi trascorsi in posizione di fuori ruolo ai sensi del comma 8 dell’art. 26 della L. 23 dicembre 1998, n. 448 e in posizione di comando ai sensi del comma 10 del medesimo art. 26, si sommano, se tra gli stessi non vi sia soluzione di continuità.

I provvedimenti di collocamento fuori ruolo saranno adottati dal Direttore Generale.

L’orario di servizio è di n. 36 ore settimanali, con riferimento, per la gestione, alle singole posizioni di status, secondo i contratti collettivi nazionali di lavoro.

DISPOSIZIONI FINALI

Al termine di ciascun anno scolastico e comunque entro il 31 agosto, il personale assegnato invierà all’Ufficio di riferimento della Direzione Generale una relazione sull’attività svolta.

Per quanto non espressamente riportato nel presente avviso, si fa riferimento alla Circolare Ministeriale n. 11, Prot. AOODGPER 751 del 8.02.2011 ed alla normativa ivi richiamata.

Il presente avviso viene pubblicato sul sito di questa Direzione (www.istruzione.lombardia.gov.it), conformemente a quanto disposto dall’art. 1 della Legge n.69/2009, e  trasmesso per opportuna conoscenza e con preghiera della più ampia diffusione alle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado della Lombardia, alle OO.SS. di categoria, agli Uffici Scolastici Territoriali ed al M.I.U.R. – Dipartimento per l’Istruzione –  Ufficio IV – Direzione Generale del Personale Scolastico – Roma

Il direttore generale
Giuseppe Colosio

LV/ag

Per informazioni
Aurora Gumari – 02 574 627 279

  • Condividi questo post su Facebook

Ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

XMilano