Navigazione veloce

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - USR Lombardia - via Pola, 11 - 20124 - Milano - Tel. 02 574 627 1 - Codice Ipa: m_pi - PEC drlo@postacert.istruzione.it - E-mail: direzione-lombardia@istruzione.it - Codice AOO: AOODRLO - Codice per la fatturazione elettronica: HKPE39 per la contabilità generale, S068C6 per quella ordinaria - CF 97254200153

Programma comunitario Frutta nelle scuole

Prende avvio il Programma Frutta nelle scuole, finanziato a livello europeo e nazionale, che prevede la fornitura di frutta e verdura agli alunni delle scuole primarie e una serie di misure di accompagnamento che hanno l’obiettivo di favorire una corretta e sana alimentazione.

Direzione Generale
Ufficio IV – Rete scolastica e politiche per gli studenti
Via Ripamonti, 85 – 20141 –  Milano
Posta Elettronica Certificata: drlo@postacert.istruzione.it

Prot. n. MIUR AOODRLO R.U. 19546
Milano, 10 dicembre 2010

Ai dirigenti scolastici
istituti scolastici primari statali e paritari
Incluse nell’elenco delle adesioni al programma Frutta nelle scuole 2010-2011

della Lombardia

Oggetto: Programma comunitario “Frutta nelle scuole” – Avvio della distribuzione della frutta e delle misure di accompagnamento

Prende avvio il Programma “Frutta nelle scuole” che coinvolgerà, per l’anno in corso, circa 185.000 alunni delle scuole primarie della Lombardia, le quali dopo aver inviato la loro adesione, sono incluse nell’elenco pubblicato sul sito: www.fruttanellescuole.gov.it

Il programma, finanziato a livello europeo e nazionale, e promosso dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF), in collaborazione con il MIUR, il Ministero della Salute e gli Assessorati Agricoltura delle Regioni, prevede la fornitura di frutta e verdura agli alunni delle scuole primarie ed una serie di misure di accompagnamento, rivolte agli stessi alunni, agli insegnanti e alla intera comunità scolastica, con l’obiettivo di favorire un maggior consumo di frutta e verdura indispensabili per una sana alimentazione

Come comunicato dal MIPAAF, Il Raggruppamento Temporaneo d’Impresa denominato Benessere a colori per “Frutta nelle Scuole” – con mandataria AOP Unolombardia Sacpa – si è aggiudicato la distribuzione di frutta nelle scuole del lotto 2 (Lombardia e Valle d’Aosta).

A partire dal 20 dicembre solo per la provincia di Mantova, e poi da gennaio a giugno 2011 su scala regionale, avrà luogo la fornitura di frutta e verdura (di produzione biologica, oppure DOP o IGP o  da coltivazione integrata); contemporaneamente saranno realizzate una serie di azioni rivolte agli alunni e ai docenti con le modalità che nel dettaglio si specificano.

Distribuzione della frutta e verdura

Nel corso del periodo ogni alunno riceverà 30 porzioni di frutta: 20 tal quali (tra cui albicocche, arance, clementine, mandarini, mele, pere, …); 8 pronte all’uso/porzionate (anguria, kiwi, mele, meloni, finocchi, carote, pomodorini, sedano) e 2 spremute/centrifugate (arance/mele). La consegna avverrà a cura di AOP Unolombardia che, nei prossimi giorni, e a tal fine specificamente autorizzata, contatterà le scuole per comunicare il calendario e definire le modalità organizzative per la consegna e la distribuzione.

Il calendario complessivo della distribuzione sarà reso pubblico entro i prossimi 15 giorni sul sito dell’USR Lombardia, sul sito del programma Frutta nelle scuole www.fruttanellescuole.gov.it e comunicato via mail agli istituti.

L’ elemento di novità rispetto alla scorsa edizione è la possibilità per l’Istituto Scolastico di distribuire la frutta autonomamente con il proprio personale. A tal fine si potrà stipulare con AOP Unolombardia una convenzione (di cui si anticipa un facsimile in allegato), che regolamenta le cosiddette “funzioni miste”.

Qualora l’Istituto Scolastico aderisse alla convezione riceverà un rimborso variabile in ragione del numero di alunni di ogni suo plesso. Il rimborso complessivo previsto per le 30 le distribuzioni parte da un minimo di 300,00 euro per i plessi con pochi alunni fino ad un massimo di 750,00 euro per i plessi più numerosi.

Ove l’Istituto decidesse di non avvalersi della possibilità di distribuire direttamente la frutta ai propri alunni, AOP Unolombardia provvederà con personale proprio.

Non sarà possibile derogare dal calendario pubblicato né scegliere altre forniture di frutta/verdura.

La frutta dovrà essere consumata a scuola con la supervisione degli insegnanti, nel mattino o nel pomeriggio, ma non in associazione all’erogazione dei pasti.

Aspetti didattici e comunicazione con le famiglie

E’ auspicabile che gli insegnanti utilizzino l’opportunità fornita dal Programma per una azione educativa di più ampio respiro (richiamando tematiche quali la stagionalità, la biodiversità, la territorialità ecc), collegandola all’impegno assunto dal MIUR nel promuovere il Programma “Scuola e cibo”. Verrà anche distribuito realizzato dal MIPAAF (locandine, poster, opuscoli, ecc.) .

E’ stata predisposta una lettera di presentazione dell’iniziativa specificamente diretta ai genitori degli alunni, con l’intento di segnalare alle famiglie il valore della iniziativa nel quadro dell’alimentazione quotidiana degli alunni e di dare una chiara comunicazione sugli aspetti organizzativi. La lettera – che si allega – potrà essere distribuita per il tramite dei rappresentanti di classe o presentata nel corso di una specifica assemblea.

Sono inoltre previste altre azioni, le “misure di accompagnamento” che saranno realizzate con il supporto di un comitato tecnico-scientifico, per fornire ulteriori spunti di riflessione ed esperienze formative con lo scopo di motivare maggiormente i bambini al consumo della frutta e della verdura.


Misure di Accompagnamento e materiale informativo

Più nel dettaglio:

  1. Giornate a tema e attività didattiche accompagnate da attività pratiche e dimostrative (coinvolgimento: 15,00% pari a circa 27.500 alunni e relativi insegnanti per un totale di circa 135 manifestazioni).

L’obiettivo è sensibilizzare i bambini e fornire strumenti di approfondimento agli insegnanti attraverso la realizzazione di giornate sul tema dell’alimentazione sana e equilibrata. Obiettivo è anche creare momenti di consumo collettivo a livello di intero istituto.

Il target previsto per ciascuna manifestazione è costituito da circa 200 studenti accompagnati dai loro insegnanti. In caso di esistenza di un’aula magna o altro spazio analogo per funzione (es. palestra con sedili) è ritenuto possibile aumentare il numero di partecipanti. Su richiesta del Dirigente scolastico, nella impossibilità di ospitare tutti gli studenti nello spazio individuato, la manifestazione potrà essere svolta 2 volte nello stesso Istituto.

  1. Visite a fattorie didattiche, aziende agricole, centri di lavorazione o di trasformazione, musei dedicati all’alimentazione o all’agricoltura, orti botanici o mercati degli agricoltori (coinvolgimento: 5,10% pari a circa 9.400 studenti e relativi insegnati;  realizzazione di 185 visite).

Questa esperienza ha un grande valore per gli alunni che vivono lontano dalle aree rurali. Pertanto gli Istituti a cui sarà offerta questa misura saranno scelti prioritariamente fra i centri urbani di una certa consistenza e dove esistano nelle vicinanze fattorie didattiche tra quelle appartenenti al circuito regionale. Il viaggio in pullman non dovrebbe mai superare i 45 minuti e possibilmente durare ancora meno.

  1. Realizzazione di orti scolastici, allestimento di laboratori in classe (coinvolgimento: 15,00% pari a circa 27.500 studenti e relativi insegnanti; la realizzazione di 1380 orti)

L’esperienza pratica, vissuta come gioco, aiuterà i bambini a comprendere la provenienza del cibo e ad aumentare la loro consapevolezza sull’importanza di frutta e verdura. Ciascun orto vedrà il coinvolgimento di circa 20 bambini accompagnati da 2 insegnanti. Questa misura è realizzabile in ogni istituto perché anche in assenza di un orto scolastico è possibile comunque effettuare un laboratorio in classe.

4.      Distribuzione di supporti di ausilio al consumo e di gadget personalizzati con il logo del programma frutta nelle scuole (coinvolgimento: 60,00% per il gadget base da distribuire a circa 110.000 studenti e relativi insegnanti, 15,00% circa per il gadget che sarà distribuito tra tutti i partecipanti alle giornate a tema pari circa 27.500 studenti e relativi insegnanti; 2,40% per il gadget premio destinato agli alunni che parteciperanno ai giochi concorsi previsti nel corso delle giornate a tema pari a circa 4.400 studenti).

I bambini, anche attraverso i gadget che riporteranno in famiglia, manterranno il ricordo dell’esperienza vissuta con la campagna “Frutta nelle scuole” e diverranno essi stessi divulgatori attivi delle tematiche della campagna.

  1. Produzione e distribuzione di materiali informativi attinenti le specificità produttive del territorio di riferimento (coinvolgimento: 100% pari a circa 205.500 pubblicazioni per gli studenti e relativi insegnanti da distribuire in tutti gli istituti che aderiscono alla campagna).

In tutti gli istituti saranno distribuite pubblicazioni semplici che indichino le caratteristiche dei prodotti tipici della regione.

Le prime 3 misure, destinate ad numero di scuole inferiore a quelle partecipanti al programma “Frutta nelle scuole”, possono essere richieste, a cura del Dirigente scolastico, attraverso la compilazione del modulo allegato, indicando anche l’ordine di priorità.

Il modulo, compilato in tutte le sue parti, dovrà essere restituito entro il 15 dicembre all’indirizzo e-mail indicato nello stesso.

Qualora le richieste superino le effettive disponibilità, i criteri di scelta delle scuole saranno:

  • L’ordine di arrivo delle richieste;
  • La distribuzione territoriale (per le visite alle fattorie didattiche)
  • La presenza di spazi adeguati (per le giornate a tema)

Le scuole selezionate saranno successivamente contattate dai responsabili dell’aggiudicatario per definire gli aspetti organizzativi.

Valutazione del programma Frutta nelle scuole

Il programma sarà attentamente monitorato dagli organi di sorveglianza dell’Unione Europea , del MIPAAF e di AGEA. A tal fine potranno esser predisposte visite di audit presso gli istituti scolastici e controlli della fornitura e/o della somministrazione della frutta nelle scuole.
Si richiede pertanto ai Dirigenti Scolastici degli istituiti che potranno essere a ciò chiamati, di voler assicurare la più ampia collaborazione alle diverse azioni di verifica.

Saranno infine predisposti questionari ed altri strumenti per una valutazione dell’efficacia del programma. Tali questionari, distribuiti agli insegnanti coinvolti, dovranno esser restituiti, a cura dei Dirigenti scolastici, nei tempi previsti e successivamente comunicati.

Segnalazioni e problemi

Per ogni eventuale comunicazione e per ulteriori approfondimenti, si ricorda che tutte le comunicazioni dovranno essere inviate via mail o via fax esclusivamente  a:

BENESSERE A COLORI PER “FRUTTA NELLE SCUOLE” L.2-5

Via XX Settembre 4

00187 Roma

tel. 06/424521

fax. 06/47822822

e-mail: info@benessereacolori.it

Nel ricordare che a breve sarà emanata una nota relativa alle modalità di partecipazione alla terza annualità del programma “Frutta nelle scuole”, cui potranno aderire anche gli istituti scolastici che non sono coinvolti per quest’anno scolastico, si ringrazia per la preziosa collaborazione.

Il dirigente
Morena Modenini

Allegati

Modulo di richiesta per la realizzazione delle misure di accompagnamento
Titolo: Modulo di richiesta per la realizzazione delle misure di accompagnamento (0 click)
Etichetta:
Filename: protlo19546_10all1.doc
Dimensione: 127 KB
Convenzione per lo svolgimento di servizi misti
Titolo: Convenzione per lo svolgimento di servizi misti (0 click)
Etichetta:
Filename: protlo19546_10all2.doc
Dimensione: 66 KB
Lettera ai genitori
Titolo: Lettera ai genitori (0 click)
Etichetta:
Filename: protlo19546_10all3.pdf
Dimensione: 296 KB

MM/BB

Referente : Bruna Baggio
Email bruna.baggio@istruzione.it

  • Condividi questo post su Facebook

Ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

XMilano