Navigazione veloce

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - USR Lombardia - via Pola, 11 - 20124 - Milano - Tel. 02 574 627 1 - Codice Ipa: m_pi - PEC drlo@postacert.istruzione.it - E-mail: direzione-lombardia@istruzione.it - Codice AOO: AOODRLO - Codice per la fatturazione elettronica: HKPE39 per la contabilità generale, S068C6 per quella ordinaria - CF 97254200153

Nuovo sistema di trasmissione dei certificati di malattia

Disposizioni circa la trasmissione dei certificati di malattia attraverso il meccanismo di trasmissione telematica in carico alle strutture sanitarie (Legge 183/2010, art. 25)

Direzione Generale
Ufficio I – Affari generali, personale e servizi della direzione generale
Via Ripamonti, 85 – 20141 –  Milano – – Tel. 02 574 627 213 – Fax 02 568 142 72
Posta Elettronica Certificata: drlo@postacert.istruzione.it

Prot. n. MIUR AOODRLO R.U. 19531
Milano, 9 dicembre 2010

Ai dirigenti responsabili degli
Ambiti Territoriali della Lombardia

Ai dirigenti scolastici delle scuole
di ogni ordine e grado
della Lombardia

Oggetto: Certificati di malattia e “Collegato Lavoro”

Le più recenti disposizioni poste con la L. 183/2010 prevedono che, secondo quanto stabilisce l’art. 25, i certificati di malattia dovranno essere inviati attraverso un meccanismo di trasmissione telematica in carico alle strutture sanitarie.

Il maggiore istituto previdenziale italiano (INPS) in effetti, mette a disposizione dei cittadini e dei relativi datori di lavoro – dal gennaio scorso in via telematica – gli attestati di malattia al medesimo pervenuti, e ciò sia attraverso l’accesso diretto ai propri sistemi sia, in alternativa, mediante trasmissione automatica dei certificati a mezzo e mail.

Il nuovo sistema, la cui mancata attuazione sarà sanzionata dal prossimo 31 gennaio, prevede dunque l’invio, da parte del medico, del certificato all’INPS.

I medici certificatori dunque, tramite il c.d. SAC (sistema di accoglienza centrale) o il SAR (sistema di accoglienza regionale) possono già predisporre ed inviare in via telematica all’INPS i certificati e gli attestati di malattia dei dipendenti pubblici, così come rettificare o annullare i certificati già inviati.

Successivamente, sempre a cura dell’INPS, saranno disponibili per il datore di lavoro la parte della certificazione attestante la legittimità dell’assenza, senza che sia resa nota la prognosi.

Da ciò discende dunque che il lavoratore dipendente pubblico non dovrà più inviare – entro 2 gg. dall’inizio della malattia – copia del certificato al datore di lavoro, che direttamente potrà accedere alla certificazione medesima. Potrà però sempre chiedere al medico copia cartacea del certificato stesso.

Il nuovo sistema, è bene sottolineare, non elimina gli obblighi del lavoratore.

Il dipendente, dunque, dovrà comunicare sempre all’Ufficio da cui dipende la propria assenza ed il domicilio di reperibilità.

Il datore di lavoro, dal canto suo, dovrà organizzarsi al fine di poter utilmente impiegare il sistema innovativo sin qui sinteticamente descritto.

Sembra opportuno, prima di fornire indicazioni univoche in materia, rammentare la normativa di riferimento:

  • DPCM 26.03.2008;
  • D.Lgs 150/2009, art. 69;
  • D.M. del Ministero della Salute del 26.02.2010, recante “Definizione delle modalità tecniche per la predisposizione e l’invio telematico dei dati delle certificazioni di malattia al SAC”;
  • Circolare INPS n. 60 del 16.04.2010;
  • Circolare INPS n. 119 del 07.09.2010
  • Circolare n. 1 del 19.03.2010 del Dipartimento Funzione Pubblica;
  • Circolare n. 2 del 28.09.2010 del Dipartimento Funzione Pubblica.

Sulla scorta delle indicazioni desumibili dalle citate norme, sentita al riguardo la competente sede regionale INPS,  si ritiene dunque opportuno che le SS.LL. individuino tempestivamente la o le persone da abilitare ai servizi telematici in parola, mediante l’utilizzo dell’apposito modello, che ad ogni buon conto si allega alla presente. (all. 1)

Le SS.LL. avranno cura di individuare al descritto fine personale appartenente stabilmente alla struttura sede di servizio.[1]

Ciascuno dei dipendenti individuati, a sua volta, provvederà alla compilazione della richiesta di abilitazione ai servizi telematici di cui anche si allega copia. (All. 2)

Per quanto concerne la possibilità di fruire dell’invio degli attestati di malattia del dipendente al datore di lavoro mediante PEC, si richiama l’attenzione delle SS.LL. sulle indicazioni espressamente fornite in argomento dalla citata Circolare n. 119 dell’INPS nella parte istruzioni per i datori di lavoro.

Al riguardo si precisa altresì che lo scrivente ufficio non intende avvalersi dell’invio accentrato dei certificati di tutti i dipendenti, avendo a suo tempo previsto che la gestione delle assenze del personale competa a ciascuna delle strutture in indirizzo.

Conclusivamente, ed al fine rendere più agevole l’utilizzo del sistema in esame, si precisa che il codice fiscale dell’amministrazione per tutti i dipendenti del MIUR – comparto ministeri (regione Lombardia) risulta essere 80 18 52 50 588, mentre il codice progressivo INPDAP relativo alla sede di servizio è reperibile sul CUD di ciascun dipendente (cinque caratteri). Si ricorda anche che ciascuna istituzione scolastica ha un proprio codice fiscale di riferimento.

La procedura sin qui descritta non è applicabile al personale che non sia stabilmente assegnato ad una sede di servizio o la cui sede di servizio non coincida con la sede di titolarità (es: personale a T.D., personale in assegnazione provvisoria, utilizzo o comando etc.)

Capitolo a parte è quello del personale con qualifica di dirigente scolastico: tale personale, al fine di consentire al competente ufficio VII di questo USR una corretta gestione delle assenze e degli adempimenti consequenziali, è invitato al rispetto delle procedure attualmente in essere.

Nel riservarsi di fornire eventuali ulteriori precisazioni ed indicazioni, ove se ne evidenziasse la necessità, si confida nella piena collaborazione di tutti e nel rispetto dei termini indicati.


[1] Affinché la procedura in esame funzioni correttamente, le SS.LL. avranno cura di verificare la presenza dei nominativi del personale che intendano delegare all’accesso al sistema all’interno degli elenchi telematici dei dipendenti gestititi dall’applicativo assenze.net del MEF. torna al testo

Il dirigente
Luciana Volta

Allegati

Allegato 1: modello di richiesta abilitazione ai servizi telematici-responsabile amministrativo
Titolo: Allegato 1: modello di richiesta abilitazione ai servizi telematici-responsabile amministrativo (0 click)
Etichetta:
Filename: protlo19531_10-all1.doc
Dimensione: 90 KB
Allegato 2: modulo di richiesta individuale
Titolo: Allegato 2: modulo di richiesta individuale (0 click)
Etichetta:
Filename: protlo19531_10all2.doc
Dimensione: 49 KB


Per informazioni:

Luciana Volta 02 574 627 213
Aldo Genghi 02 574 627 254
Vittorio Sacchi 02 574 627 226

  • Condividi questo post su Facebook

Ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

XMilano