Navigazione veloce

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - USR Lombardia - via Pola, 11 - 20124 - Milano - Tel. 02 574 627 1 - Codice Ipa: m_pi - PEC drlo@postacert.istruzione.it - E-mail: direzione-lombardia@istruzione.it - Codice AOO: AOODRLO - Codice per la fatturazione elettronica: HKPE39 per la contabilità generale, S068C6 per quella ordinaria - CF 97254200153

Scuola in ospedale in Lombardia: caratteristiche del servizio e modalità di accesso

Il servizio è volto ad assicurare agli alunni ricoverati pari opportunità, mettendoli in condizione, per quanto possibile, di proseguire lo sviluppo di capacità e competenze del proprio percorso scolastico e formativo.

Direzione Generale
Ufficio IV – Rete scolastica e politiche per gli studenti
Via Ripamonti, 85 – 20141 –  Milano
Posta Elettronica Certificata: drlo@postacert.istruzione.it

Prot. n. MIUR AOODRLO R.U. 10753
Milano, 28 agosto 2012

Ai dirigenti degli Ambiti Territoriali
della Lombardia

Ai dirigenti scolastici delle scuole ed istituti di
ogni ordine e grado della Lombardia

Al dirigente scolastico SMS Don Milani di Lodi
Scuola Polo regione Lombardia

Oggetto: Scuola in ospedale in Lombardia – Caratteristiche del servizio e modalità di accesso

La Scuola in Ospedale, che si configura come un’offerta formativa peculiare per una fascia di alunni in difficoltà, si propone di tutelare e garantire al tempo stesso il diritto alla salute e quello all’istruzione.

Nata da un’esperienza episodica e sulla base della disponibilità e volontà di singoli operatori e istituzioni, nel tempo è divenuta una struttura con una sua precisa identità, facilmente riconoscibile e realmente integrata, e ha sviluppato modelli di intervento di eccellenza, riconosciuti e apprezzati nella comunità scolastica e sanitaria.

Oggi, anche in Lombardia, è diffusa in tutti gli ordini e gradi di scuola e nei principali ospedali e reparti pediatrici.

Tale intervento si colloca nella cornice più ampia di azioni mirate a prevenire e contrastare la dispersione scolastica, nonché a facilitare il reinserimento nel contesto scolastico di appartenenza; esso  è volto ad assicurare agli alunni ricoverati pari opportunità, mettendoli in condizione, per quanto possibile, di proseguire lo sviluppo di capacità e competenze del proprio percorso scolastico e formativo.

Si riporta di seguito un elenco delle principali sedi di sezione ospedaliera e degli istituti che in essa operano.

BERGAMO

Ospedale Riuniti Bergamo

IC Nullo Bergamo

ISIS Mamoli Bergamo

Ospedale Treviglio

I Circolo Treviglio

Policlinico Ponte San Pietro

IC Ponte San Pietro

Ospedale Bolognini Seriate

IC A. Moro Seriate

BRESCIA

Spedali Riuniti di Brescia

IC Centro 3 Brescia

ITIS Castelli Brescia

Ospedale Valcamonica Esine

IC  Esine

COMO

Ospedale S. Anna Como

IC Como Rebbio

Ospedale S. Antonio Cantù

 IC Cantù

LECCO

Ospedale Mandic Merate

IC Merate

Nuova Famiglia Bosisio Parini

IC Bosisio Parini

Ospedale Manzoni Lecco

IC Lecco 3 Lecco

LODI

Ospedale Lodi

 SMS Don Milani Lodi

MANTOVA

Ospedale Carlo Poma Mantova

IC Mantova 2

Ospedale di Asola

IC Asola

MONZA-BRIANZA

Ospedale  San Gerardo Monza

 IC D’Acquisto Monza –

MILANO

Ospedale San Paolo

IC Ilaria Alpi Milano

IIS Allende Milano

Ist. Ortopedico Pini Milano

IC Cuoco Sassi Milano

Ospedale San Carlo Milano

IC Manara Milano

Clinica Neuropsichiatria “Besta”

IC Sorelle Agazzi Milano

Ospedale Niguarda Milano

IC Pertini Milano

Ist. Nazionale Tumori

IC Scarpa Milano

LS Donatelli Pascal Milano

Istituto Neurologico “C. Besta”

DD Leonardo da Vinci

Ospedale Bassini Cinisello Balsamo

IC Balilla Paganelli Cinisello Balsamo

Ospedale Garbagnate Milanese

LS Ettore Majorana Rho

Ospedale Vizzolo Predabissi

IC della Margherita Vizzolo Predabissi

PAVIA

Ospedale San Matteo Pavia

DD Carducci Pavia –

SMS L. da Vinci Pavia

IIS Volta Pavia

Ospedale Voghera

DD3 L. da Vinci Voghera

VARESE

Ospedale  Tradate

DD Tradate Ceppina

Ospedale Parini Varese

IC Anna Frank Varese

Ospedale Busto Arsizio

IC Crespi Busto Arsizio

 

Modalità di accesso al servizio

Ogni studente ricoverato presso le strutture sanitarie in cui è operante una sezione di scuola in ospedale può accedere liberamente al servizio. In genere  è compito dei docenti presenti in ospedale prendere contatto con il minore ricoverato e i suoi genitori e verificare la loro disponibilità ad accedere al servizio scolastico. In caso di adesione, l’alunno verrà preso in carico dalla sezione scolastica ospedaliera e inizierà l’attività scolastica nei tempi e nei modi concordati con il personale sanitario. Contestualmente, sarà cura dei docenti ospedalieri informare la scuola di provenienza dell’alunno di averlo iscritto alla sezione ospedaliera e  richiedere documentazione relativa al piano delle attività formative previste per la classe di appartenenza. Al termine dell’intervento, che avviene con le dimissioni dall’ospedale e il ritorno alla scuola di riferimento, il team della sezione ospedaliera provvederà ad inviare alla scuola di provenienza formale documentazione sul percorso scolastico svolto.

Nel caso di studenti delle scuole secondarie di secondo grado, data la molteplicità dei percorsi formativi, si prevede che i docenti delle sezioni ospedaliere attivino, a seconda delle necessità, gli specifici percorsi, contattando i docenti di diverse aree disciplinari nelle scuole più vicine agli stessi ospedali, disponibili ad effettuare tale tipo di attività.

A tal fine si richiede pertanto ai Dirigenti scolastici delle scuole di secondo grado di segnalare eventuali disponibilità dei docenti a svolgere ore di insegnamento aggiuntive (e per quali discipline) agli indirizzi mail in calce indicati o alle scuole delle sezioni ospedaliere.

Valutazione delle attività svolte

Purché documentati e certificati dalla sezione scolastica ospedaliera, tutti i periodi di attività svolti presso la sezione ospedaliera concorrono alla validità dell’anno scolastico (Decreto del Presidente della Repubblica 22 giugno 2009 n. 122). 

Qualora l’alunno abbia frequentato per periodi temporalmente rilevanti la scuola in ospedale, questa trasmette alla scuola di appartenenza elementi di conoscenza in ordine al percorso formativo individualizzato che è stato attuato, nonché in merito alla valutazione periodica e finale.

Nel caso in cui la frequenza della scuola ospedaliera abbia avuto una durata prevalente, la stessa effettua lo scrutinio, previa intesa con la scuola di appartenenza, la quale fornisce gli elementi di valutazione eventualmente elaborati dal consiglio di classe; analogamente si procede quando l’alunno -ricoverato nel periodo di svolgimento degli esami di stato conclusivi- debba sostenere in ospedale le relative prove.

Compiti della scuola di appartenenza

Si ricorda alle scuole degli alunni iscritti e ricoverati che spetta ai loro consigli di classe il compito di prevedere un adeguamento delle attività formative alle effettive esigenze degli stessi, mettendo in campo tutte le possibilità previste dalla normativa in termini di flessibilità e personalizzazione dei percorsi.

È opportuno che il consiglio di classe designi un docente di riferimento per seguire gli studenti durante i periodi di degenza (che talvolta possono essere anche di lunga durata) e aggiornarli sulle attività della scuola.

Nella maggior parte dei casi è anche possibile attivare videoconferenze tra scuola e ospedale, in particolare con la classe di appartenenza, previo contatto con il personale sanitario e i docenti della sezione ospedaliera. A tal fine si ricorda che le sezioni ospedaliere sono state dotate di strumentazioni informatiche adeguate a supportare tali azioni e che le scuole che ne abbiano necessità possono chiedere alla scuola polo le attrezzature necessarie.

Particolare cura dovrà essere riservata al rientro degli studenti a scuola, allo scopo di rendere il più agevole possibile il loro reinserimento. Sarà cura dei Dirigenti scolastici assicurarsi che siano garantite tutte le opportunità e sia messa in atto la flessibilità necessaria.

A tale proposito si segnala che spesso vi è la disponibilità del personale sanitario, di associazioni di volontariato (si vedano ad esempio le attività della Fondazione Magica Cleme) e degli stessi docenti delle sezioni ospedaliere ad intervenire nelle classi e con le famiglie per incontrare alunni e genitori e discutere di tutti gli aspetti connessi con la malattia vissuta dagli alunni ricoverati.

Si ricorda infine che le valutazioni dei docenti delle sezioni ospedaliere, debitamente motivate e trasmesse alle scuola di appartenenza, devono essere considerate all’interno della valutazione globale dello studente.

Per una maggiore documentazione sull’esperienza della scuola in ospedale in Lombardia si rimanda al volume “La lavagna sul comodino” che può essere richiesto all’USR – Ufficio IV o alla scuola Polo SMS Don Milani di Lodi e agli esiti del seminario dello scorso 27 aprile 2012 in cui è stato proiettato il filmato “La lavagna sul comodino che documenta l’esperienza della Scuola in Ospedale in Lombardia. Il filmato, di grande sensibilità e impatto può essere visto all’indirizzo: http://youtu.be/BIMSAMwPXd0 

Le presentazioni dei diversi esperti intervenuti al seminario sono reperibili sul sito: http://www.cremit.it/portale/adDetail.asp?cat_id=80&cat_parent=&cat_group=2&ad_id=443

Si rimanda infine alla sezione specifica sulla Scuola in Ospedale della Lombardia nel sito: http://www.istruzione.lombardia.gov.it/organigramma/uffici/ufficio-4/scuola-in-ospedale/

Nel sottolineare l’importanza e la necessità di garantire agli alunni colpiti da malattia le migliori opportunità e tutte le attenzioni sul piano didattico e relazionale, si confida nella consueta collaborazione.

Il dirigente
Morena Modenini

MM/bb

Referente Bruna Baggio
bruna.baggio@istruzione.it

Scuola Polo Dirigente Scolastico Laura Fiorini
SMS “Don Lorenzo Milani” Via Salvemini, 1 26900 Lodi
tel 0371 – 30657 lomm00800p@istruzione.it

  • Condividi questo post su Facebook

Ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

XMilano