Navigazione veloce

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - USR Lombardia - Ufficio XII - Ambito Territoriale di Pavia e attività esercitate a livello regionale in merito a scuole non statali paritarie e non paritarie, nonché scuole straniere in Italia - Via Taramelli, 2 - 27100 Pavia - Tel. 0382 513411 - Codice Ipa: uluxa_ud - PEC usppv@postacert.istruzione.it - E-mail: usp.pv@istruzione.it - Codice AOO: AOOUSPPV - Codice Univoco per la fatturazione elettronica: HKPE39 - CF 80003800184

AT - Pavia > Docenti > Organici docenti > Organico di diritto della scuola dell’infanzia e primaria – a.s. 2013/2014

Organico di diritto della scuola dell’infanzia e primaria – a.s. 2013/2014

Prospetti contenenti i dati relativi agli organici di diritto della scuola dell’infanzia e primaria.

Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia
Ufficio XIX  Pavia
Via Taramelli, 2 – 27100 – Pavia
Posta Elettronica Certificata: usppv@postacert.istruzione.it

Prot. n. MIUR AOO  USPPV R.U. 1986
Pavia, 07 maggio 2013

 

Ai dirigenti scolastici
dei Circoli Didattici e Istituti Comprensivi
della Provincia

E p.c. Alle OO.SS. della Scuola

 

Oggetto: Organico di diritto della  scuola dell’infanzia e  primaria –  a.s. 2013/2014 

 

Nel trasmettere, in allegato, i prospetti contenenti i dati relativi agli organici di diritto della scuola dell’infanzia e primaria per l’a.s. 2013/14, si ritiene opportuno richiamare l’attenzione delle SS.LL. sul contenuto della nota inviata da questo Ufficio in data 15/10/2012 relativa alla frequenza della refezione scolastica da parte degli alunni delle scuole della provincia., in particolare per quanto attiene al funzionamento delle classi di scuola primaria a tempo pieno.

Si ribadisce che il Decreto Presidente della Repubblica 20 marqo 2009 n. 89 art. 4 comma 7 prevede che “ le classi a tempo pieno sono attivate, a richiesta delle famiglie, sulla base di specifico progetto formativo integrato e delle disponibilità di organico assegnate all’istituto, nonché in presenza delle necessarie strutture e servizi”. Pertanto , nel richiedere il tempo pieno, le famiglie debbono impegnarsi a sostenere l’onere del servizio di refezione ed il Comune deve essere in grado di sostenere l’organizzazione del medesimo pur in previsione delle possibili morosità, garantendo a tutti gli alunni la frequenza del momento della refezione, anche con adeguate esenzioni.

Le SS.LL. sono pertanto invitate ad attivare un confronto con i rispettivi enti locali per verificare la possibilità di garantire nel prossimo anno un servizio di refezione coerente con i principi suindicati e senza modifiche nel corso dell’anno.

 

 

 Iil dirigente
Giuseppe Bonelli

[attachments title=”Allegati” titletag=”h3″]

AT di Pavia - Incarichi

Direzione Regionale e altri Ambiti territoriali (link esterni)