Navigazione veloce

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - USR Lombardia - Ufficio XII - Ambito Territoriale di Pavia e attività esercitate a livello regionale in merito a scuole non statali paritarie e non paritarie, nonché scuole straniere in Italia - Via Taramelli, 2 - 27100 Pavia - Tel. 0382 513411 - Codice Ipa: uluxa_ud - PEC usppv@postacert.istruzione.it - E-mail: usp.pv@istruzione.it - Codice AOO: AOOUSPPV - Codice Univoco per la fatturazione elettronica: HKPE39 - CF 80003800184

AT - Pavia > Comunicati stampa > Comunicato UST di frontre ai gravi fatti dell’8 giugno 2017

Comunicato UST di frontre ai gravi fatti dell’8 giugno 2017

Dopo i gravi vandalismi e le violenze dell’8 giugno, la scuola pavese si unisce per ringraziare chi ha compiuto il proprio dovere e per ribadire l’impegno di tutti nel garantire il futuro degli studenti.

Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia
Ufficio XII – AT Pavia
Via Taramelli, 2 – 27100 – Pavia
Posta Elettronica Certificata: usppv@postacert.istruzione.it

 

 

COMUNICATO UST DI FRONTE AI GRAVI FATTI DELL’8 GIUGNO

 

Lo Stato crede che tutti i giovani debbano avere un futuro. Investe risorse economiche, umane, professionali. Noi che tutti i giorni lavoriamo per la scuola, dentro o fuori dalle classi del Copernico, del Cardano e di tutte le altre scuole, siamo consapevoli di contribuire a costruire questo futuro. Di costruirlo insieme con i ragazzi, nelle scuole. Li coinvolgiamo in progetti che trasformano le loro scuole in laboratori dove fare esperienza di cittadinanza attiva, responsabile e democratica. La violenza è fuori. Ma alcuni studenti non hanno capito che la scuola significa questo. Nella scuola hanno applicato le forme di comportamento più bieche delle tifoserie. Altri hanno pensato ad uno “scherzo”,  ad uno “spettacolo”,  da vivere per sentirsi  protagonisti oppure  spettatori che sono impegnati a riprendere col cellulare ma non ad intervenire. Ringraziamo i docenti e i collaboratori scolastici che hanno capito che non poteva essere uno scherzo, che sono intervenuti, che hanno compiuto il proprio dovere. Che hanno rischiato e hanno riportato delle conseguenze fisiche e psicologiche. Anche chi ha compiuto violenza deve rendersi conto che l’intervento di questi docenti li ha comunque protetti da conseguenze più gravi per loro. Ringraziamo le forze dell’ordine sempre presenti, che collaborano con le istituzioni scolastiche pavesi non solo nei momenti critici. A loro spettano le indagini, capire i motivi di ciò che è accaduto. Noi continuiamo a impegnarci per la scuola perché il futuro di tutti i nostri ragazzi è prezioso, per lo Stato e per noi che ci lavoriamo. Dobbiamo continuare a confrontarci con il rischio per proteggere con cura e garantire questo futuro.

 

AT di Pavia - Incarichi

Direzione Regionale e altri Ambiti territoriali (link esterni)