Navigazione veloce

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - USR Lombardia - Ufficio XI - AT di Monza e Brianza - Via Grigna,13 - 20900 Monza - tel. 039 97 18 201

Codice Ipa: m_pi PEC uspmb@postacert.istruzione.it - E-mail: usp.mb@istruzione.it - Codice AOO: AOOUSPMB - Codice univoco per la fatturazione elettronica: HKPE39 - CF 94619530150

Pensioni – Cessazioni dal servizio con decorrenza 01/09/2014

Collocamento a riposo dal 1° settembre 2014 di tutto il personale del comparto scuola e trattamento di quiescenza – D.M. 1058 del 23 dicembre 2013. L’ invio delle domande entro il 7 febbraio 2014 – Indicazioni operative.

Direzione Generale
Ufficio XVIII – Monza e Brianza
Via Magenta, 2 – 20052 Monza
Posta Elettronica Certificata: uspmb@postacert.istruzione.it

Prot. n. MIUR AOOUSPMB R.U. 29
Monza, 10 gennaio 2014

 Ai dirigenti scolastici
degli istituti scolastici statali di ogni ordine e grado di 
Monza e Brianza

Oggetto:  Cessazioni dal servizio decorrenza 1/9/2014 

 

Si comunica alle SS.LL. che il MIUR ha pubblicato il DM n. 1058 del 23.12.2013 con l’allegata nota n. 2855 pari data riguardante le cessazioni dal servizio a decorrere dal l’1.9.2014.

Si invitano le SS.L.L a portare a conoscenza di tutto il personale dipendente il sopracitato  DM prestando particolare attenzione al termine ultimo per la presentazione/revoca dell’istanza di collocamento a riposo previsto per il 7.2.2014. e il 28.2.2014 per i dirigenti.

Si rammenta inoltre che nell’attesa che venga attivata  la funzionalità web nella sezione istanze online o per la presentazione delle domande il personale interessato non ancora accreditato dovrà effettuare la registrazione preliminarmente all’inserimento della domanda (confronta nota n. 8 del 07/01/2014 del Miur pubblicata sulla Intranet).

Le cessazioni dovranno essere convalidate al SIDI entro il 30 marzo 2014 per tutto il personale,  tranne per il personale che chiede le dimissioni con contestuale proseguimento del servizio part-time.

Si riassume di seguito la documentazione necessaria per consentire la definizione della pratica di pensione e del TFS:

  • dichiarazione dei servizi solo per il personale che non l’ha ancora inviata (allegato 1)
  • autodichiarazione per eventuali servizi part-time,L.3236/70, servizio militare (allegato 2)
  • fotocopia estratto conto INPS
  • Richiesta accredito buonuscita (allegato 3)
  • fotocopia cedolino dello stipendio
  • mod. 105 (pagamento riscatto buonuscita deliberato) e anche se negativo
  • foglio matricolare servizio militare o dichiarazione sostitutiva
  • Mod. PA04 o mod. 98 per i servizi prestati presso Scuole o Enti (Comuni, Province, Regioni, Enti Ospedalieri ecc.)
  • Domande di riconoscimento supervalutazione legge 388/2000 per invalidità superiore al 74% e relative copie dei verbali di riconoscimento
  • Copia modello eventuale adesione Fondo Espero
  • un unico certificato di servizio cumulativo con l’indicazione dei contributi versati e le eventuali assenze che hanno comportato  riduzione dello stipendio. Per quanto riguarda il rilascio dei certificati di servizio deve essere apposta la dicitura “il presente certificato viene rilasciato al fine dell’acquisizione d’Ufficio.
  • Compensi accessori espressi in lire fino all’anno 2001  e dal 2002 in euro, sommando i compensi accessori liquidati nell’anno, riportando per ogni anno  un unico totale e indicando esclusivamente il codice prevalente (nota n. 44 del 9/9/2010 dell’INPDAP).
  • Istanza e/o determina di accredito figurativo periodi di maternità presentata all’Inpdap.
  • Eventuali determine relative a domande di computo, riscatto e/o legge 29 emesse da INPDAP

La documentazione dovrà pervenire entro il 28 febbraio 2014  

Per i dirigenti è necessario inviare i decreti di attribuzione delle indennità di posizione e risultato, nonché quello di attribuzione dell’assegno “ad personam”, oltre ai cedolini dello stipendio con indicazione degli emolumenti percepiti,per ciascun anno scolastico,  come indennità di reggenza.

Per  il personale transitato dagli EELL (Provincia o Comune) in base all’ex L. 124 del 3.5.1999, si dovrà allegare il MOD 98 o PA04 e il MOD. 350/P rilasciati dall’amministrazione di provenienza, nonché la progressione economica completa di tutti i CCNL dall’1.1.2000 alla data di cessazione.

Si ricorda, fra l’altro, che la progressione economica (ricostruzione di carriera) è di stretta competenza della scuola, a decorrere dall’1.9.2000, per tutto il personale scolastico, anche per eventuali  passaggi di  ruolo ( es. dal ruolo elementare ad altro ruolo).

Allo scopo di evitare ritardi e/o disguidi, si pregano le SS.LL. di :

  • Verificare l’inserimento  al S.I.D.I.  delle assenze non retribuite (es. aspettative per motivi di famiglia, di studio ecc.), comprese quelle eventualmente in corso.

 CESSAZIONI DAL SERVIZIO DALL’1/9/2014 PERSONALE SCOLASTICO.

Requisiti maturati entro il 31/12/2011

  • Personale che ha maturato 40 anni di anzianità di servizio  valido per uomini e donne
  • Personale che ha compiuto 61 anni di età per le donne e 65 anni di età per gli uomini con  almeno 20 anni di contribuzione
  • Personale che ha maturato quota 96 (60 anni di età e 36 di servizio oppure 61 anni di età più 35 di servizio)

CESSAZIONI DAL SERVIZIO DALL’1/9/2014  PERSONALE SCOLASTICO.

Requisiti maturati entro il 31/08/2014 e/o entro il 31/12/2014

Pensione di vecchiaia:

  • d’ufficio:  personale che compirà 66 anni e 3 mesi entro il 31.8.2014 con almeno 20 anni di contribuzione
  • a domanda:  personale che compirà 66 anni e 3 mesi alla data del 31.12.2014

Pensione anticipata:

  • Personale maschile con anzianità contributiva di anni 42 e mesi 6
  • Personale femminile con anzianità contributiva di anni 41 e mesi 6

Opzione contributiva:

  • Solo personale femminile  che entro il 31.12.2013 abbia compiuto i 57 anni+3 mesi  di età e 35 anni di contribuzione. Se i requisiti anagrafici e contributivi sono conseguiti a decorrere dal 1.1.2014 l’ erogazione della  pensione decorrerà dal 1.9.2015.

 Le domande per il pagamento della pensione diretta ordinaria, dovranno essere inviate direttamente all’Ente Previdenziale, esclusivamente attraverso le seguenti modalità:

1)    Presentazione della domanda on-line accedendo nell’apposita sezione del  sito dell’ente,   previa registrazione;

2)    Presentazione della domanda tramite Contact Center Integrato (n. 803164); 

3)    Presentazione telematica della domanda attraverso l’assistenza gratuita del Patronato.

 

Tali modalità saranno le uniche ritenute valide ai fini dell’accesso alla prestazione pensionistica.

Applicazione art. 72  legge 133/2008 ( proroga permanenza in servizio)

L’ istanza di permanenza in servizio può essere presentata:

– dal personale che compie i 65 anni entro il 31 agosto 2014, già in possesso al 31/12/2011 dei requisiti previsti per il diritto a pensione ( previgente regime previdenziale );

– dal personale che raggiunge i 66 anni e 3 mesi entro il 31 agosto 2014 (nuovo regime previdenziale).

Si ricorda che l’art.9 c.31 del D.L. 78/2010 ha equiparato i trattenimenti in servizio a nuove assunzioni, pertanto si invitano i dirigenti scolastici a prestare particolare attenzione all’applicazione dei criteri di valutazione delle istanze, dettati con la direttiva ministeriale n.94 del 4/12/2009. Per l’accettazione di tali istanze non è necessario l’emissione di un provvedimento formale, mentre il rifiuto deve essere motivato per iscritto.

Con la riforma viene invece meno il concetto di “anzianità massima contributiva”e, quindi non sono più applicabili le disposizioni previgenti ( art.509 c. 2 D.L. n.297/1994). 

Applicazione art. 72 c.11 L.133/2008 ( risoluzione d’ufficio per compiuto quarantennio)

 La risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro per il compimento di 40 anni di anzianità contributiva, previo preavviso di sei mesi, può operare:

– nei confronti del personale che ha maturato i requisiti contributivi ( 40 anni ) entro il 31/12/2011   ( previgente regime previdenziale )

– nei confronti del personale che matura, entro il 31 agosto 2014, un’anzianità pari a 41 anni e 6 mesi per le donne e 42 anni e 6 mesi per gli uomini.

In quest’ultimo caso, dato che la norma sulla pensione anticipata prevede una penalizzazione per i dipendenti in possesso di un’età inferiore ai 62 anni, la risoluzione non potrà essere esercitata nei confronti dei soggetti per i quali potrebbe operare detta penalizzazione. A tal riguardo si deve tenere comunque presente che l’art. 6 c. 2 quater  del D.L. 216/2011, ha disposto che le riduzioni non operano nei confronti dei soggetti la cui anzianità contributiva derivi esclusivamente da attività lavorativa e che maturino i prescritti requisiti entro il 2017.

Ai fini dell’applicazione dell’art.72 c. 11 la circolare ministeriale precisa che si dovrà tener conto non solo delle situazioni di esubero a livello provinciale, ma anche a livello nazionale.     

Questo Ufficio è a disposizione delle istituzioni scolastiche e degli utenti per eventuali chiarimenti.

Si ringrazia per la collaborazione.

Il dirigente
Marco Bussetti

Allegati

Circolare cessazione personale scolastico
Titolo: Circolare cessazione personale scolastico (0 click)
Etichetta:
Filename: protmb29_14all3.pdf
Dimensione: 280 KB
DICHIARAZIONE  DEI  SERVIZI
Titolo: DICHIARAZIONE DEI SERVIZI (0 click)
Etichetta:
Filename: protmb29_14all5.doc
Dimensione: 53 KB
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA
Titolo: DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (0 click)
Etichetta:
Filename: protmb29_14all2.doc
Dimensione: 42 KB
Indicazioni operative
Titolo: Indicazioni operative (0 click)
Etichetta:
Filename: protmb29_14all4.pdf
Dimensione: 778 KB
Modello 105
Titolo: Modello 105 (0 click)
Etichetta:
Filename: protmb29_14all6.doc
Dimensione: 21 KB
Modello accredito buonuscita
Titolo: Modello accredito buonuscita (0 click)
Etichetta:
Filename: protmb29_14all1.doc
Dimensione: 28 KB

MB/ci

I referenti possono essere contattati ai seguenti numeri

Tel. 039 5979423/424/425 

Direzione regionale e altri ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

IXMilano