Navigazione veloce

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - USR Lombardia - Ufficio XI - AT di Monza e Brianza - Via Grigna,13 - 20900 Monza - tel. 039 97 18 201

Codice Ipa: m_pi PEC uspmb@postacert.istruzione.it - E-mail: usp.mb@istruzione.it - Codice AOO: AOOUSPMB - Codice univoco per la fatturazione elettronica: HKPE39 - CF 94619530150

Periodo di formazione e di prova per i docenti neoassunti a.s. 2015/16: rilevazione bisogni formativi – Indicazioni

Indicazioni per la rilevazione dei bisogni formativi necessari per l’organizzazione dei laboratori

Direzione Generale
Ufficio XI – Monza e Brianza
Via Grigna, 13 –  20900 Monza
Posta Elettronica Certificata: uspmb@postacert.istruzione.it

Prot. n. MIUR AOOUSPMB R.U. 227
Monza, 04 febbraio 2016

Ai Dirigenti delle Istituzioni scolastiche
statali di Monza e Brianza
Ai docenti neoassunti a tempo
indeterminato e ammessi al corso
di formazione
Al sito web

Oggetto:  Periodo di formazione e di prova per i docenti neoassunti a.s. 2015/16: rilevazione bisogni formativi – Indicazioni

 Con la L 107/15 e successive emanazioni (D.M. 850/15 e CM 36167/15) si è assistito ad una diversa e più incisiva configurazione del periodo di prova e di formazione riguardante i docenti neoassunti o in passaggio di ruolo.

Il singolo istituto provvede alla definizione del Patto per lo sviluppo professionale del docente neoimmesso1, sottoscritto tra Dirigente scolastico e docente, anche sulla scorta del Bilancio di competenze iniziale non ulteriormente rinviabile.

AT Monza e Brianza rileva sul piano territoriale i bisogni formativi coerenti col Patto richiamato (che pertanto va concluso in tempo utile), per supportare l’organizzazione delle attività di formazione da parte delle scuole Polo individuate da USRLo (IIS “Mosè Bianchi” di Monza, Liceo Artistico “A. Modigliani” di Giussano).

Tale rilevazione deve essere effettuata dalle singole istituzioni, per tutti i docenti neoassunti precedentemente segnalati all’ufficio scrivente, attraverso un form on-line il cui indirizzo, con le relative credenziali, sarà comunicato contestualmente alla presente ad ogni Istituzione scolastica.

Queste ultime, dovranno compilare e inviare il suddetto form entro e non oltre lunedì 15 febbraio 2016.

Al fine di consentire la reale coerenza tra il Patto per lo sviluppo professionale e la rilevazione AT, si fornisce di seguito l’elenco dei moduli di formazione territoriale proposti:

  •  nuove risorse digitali e loro impatto sulla didattica;
  • gestione della classe e problematiche relazionali;
  • valutazione didattica e valutazione di sistema (autovalutazione e miglioramento);
  • bisogni educativi speciali (obbligatorio);
  • contrasto alla dispersione scolastica;
  • inclusione sociale e dinamiche interculturali;
  • orientamento e alternanza scuola-lavoro;
  • buone pratiche di didattiche disciplinari.

Per ogni docente, fermo restando l’obbligatorietà del modulo “bisogni educativi speciali”, bisogna selezionare ulteriori 3 corsi. I corsi saranno attivati solo con un numero sufficiente di richieste: è necessario pertanto indicare un ulteriore corso di riserva.
Per qualsiasi errore o anomalia rilevati nel form, occorre segnalare immediatamente ai numeri telefonici 039.9718248 (prof. Duilio Fenzi) o 039.9718243 (prof. Mauro Cereda).

Successivamente sarà definito un calendario dettagliato delle attività formative nella provincia.

Si ringrazia per la collaborazione e si porgono distinti saluti.

Il dirigente
Claudio Merletti

 

CM/df
Il referente
Duilio Fenzi
Tel. 039/9718248
e-mail: duilio.fenzi@istruzione.it


1
[…] Per loro natura le attività di formazione destinate ai docenti neo assunti devono essere personalizzate e, a tale scopo, l’interessato traccia, con la collaborazione del tutor, un bilancio di competenze iniziale utilizzando il modello che sarà reso disponibile sull’apposita piattaforma INDIRE e del quale si allega la bozza fornita dal competente Ufficio della Direzione Generale per il personale scolastico. Tale bilancio, attraverso l’analisi critica dei punti di forza e di debolezza del profilo profes sionale, permette di delineare un progetto formativo coerente con i bisogni del docente e dell’istituzione scolastica e di costruire
un patto per lo sviluppo professionale che sarà sottoscritto dal Dirigente scolastico e dal docente neo assunto. Al termine del periodo di formazione e di prova un nuovo bilancio di competenze permetterà di valutare il percorso attraverso la registrazione dei progressi e consentirà di ipotizzare sviluppi successivi. […]“ (Circ. UsrLo 18662 del 24 dicembre 2015)

Direzione regionale e altri ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

IXMilano