Navigazione veloce

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - USR Lombardia - Ufficio X - AT di Milano - Via Soderini 24, 20146 Milano - Tel. 02 92891.1 Centralino
Codice Ipa: m_pi - PEC uspmi@postacert.istruzione.it - E-mail: usp.mi@istruzione.it - Codice AOO: AOOUSPMI - Codice univoco per la fatturazione elettronica: HKPE39 - CF 80099830152

Pensioni – Cessazioni dal servizio con decorrenza 01/09/2015

Modalità e indicazioni operative – In allegato i modelli da trasmettere.

Milano, 15 dicembre 2014

Prot. MIURAOOUSPMI  R.U.U 19647    

 

Ai Dirigenti Scolastici                                                                        

Istituti Statali di ogni ordine e grado

 MILANO e Provincia

 

                    

 

  Oggetto: D.M n. 886 del 1° dicembre 2014. C.M. n.18851 dell’11 dicembre 2014 –  Cessazioni dal servizio con decorrenza 01/09/2015 – Trattamento di quiescenza –Indicazioni operative

   

Si informano le SS. LL. che in data 11 dicembre u.s. è stata pubblicata sulla INTRANET la circolare ministeriale n.18851 dell’11/12/2014, avente per oggetto le istruzioni operative per le cessazioni con decorrenza 01/09/2015, che fissa al 15 gennaio 2015 il termine ultimo per la presentazione, da parte di tutto il personale del comparto scuola, delle domande di dimissioni volontarie. Per i Dirigenti Scolastici il termine della presentazione dell’istanze di cessazione è fissato al 28 febbraio 2015. Tutte le predette domande valgono, per gli effetti, dal 1° settembre 2015.

La presentazione delle istanze di cessazione dal servizio dovrà avvenire esclusivamente tramite la procedura web POLIS “Istanze ON LINE” disponibile nel sito internet del Ministero.

Si ricorda che al personale in servizio all’estero è consentito presentare l’istanza anche con modalità cartacea.

Le domande di trattenimento in servizio per raggiungere il minimo contributivo continuano ad essere presentate, alla scuola di titolarità, in forma cartacea sempre entro il termine del 15 gennaio 2015.

 

Le cessazioni dovranno essere convalidate al SIDI dalle istituzioni scolastiche, con l’apposita funzione per acquisirne gli effetti in organico di diritto; detta operazione dovrà essere effettuata entro il  16 febbraio 2015.

 

Si raccomanda alle SS.LL. di effettuare una preliminare e attenta verifica delle istanze in ordine al possesso dei requisiti necessari per il diritto a pensione, in base alle disposizioni contenute nell’art. 24 del DL. 201/2011, convertito con L. 214/2011, fatta salva la previgente normativa per coloro che abbiano già maturato i requisiti entro il 31/12/2011.

 

Anche per quest’anno l’accertamento dell’esistenza o meno della maturazione del diritto a pensione nei riguardi del personale dimissionario sarà di competenza delle istituzioni scolastiche per il personale assunto in ruolo dal 1° settembre 2000, mentre resterà a carico di quest’ufficio per il personale immesso in ruolo prima di tale data.

 

La documentazione necessaria per la definizione della pratica di pensione e del TFS  dovrà pervenire a questo ufficio nel più breve tempo possibile, e comunque non oltre il 10  febbraio 2015. A tal riguardo si precisa che, alla luce delle nuove disposizioni fornite dal Ministero in materia di dematerializzazione, la documentazione di rito necessaria è la seguente:

  • dichiarazione dei servizi di cui al D.P.R 351/98
  • autodichiarazione (all.2) per eventuali servizi part-time, l. 336/70, servizio militare
  • fotocopia codice fiscale
  • fotocopia cedolino stipendio
  • richiesta accredito buonuscita
  • modello 105 (solo in caso di riscatto buonuscita già deliberato dall’INPDAP)
  • certificato di servizio cumulativo (in duplice copia), con l’indicazione delle ritenute previdenziali operate, le assenze che hanno comportato la riduzione o l’assenza della retribuzione, la dicitura: “il presente certificato viene rilasciato ai fini dell’acquisizione d’ufficio”
  • PA04 o mod. 98(in duplice copia) per i servizi prestati presso scuole o enti con ritenute C.P.D.E.L o C.P.I.A.S.E.P. e mod 350/P
  • fotocopia estratto conto INPS (se in possesso)
  • prospetto compensi accessori: importi dall’1/1/2002 (anzianità pari o superiore a 18 anni al 31/12/1995), importi dall’1/1/1996 (anzianità inferiore a 18 anni al 31/12/1995)
  • domanda riconoscimento supervalutazione in base alla L. 388/2000 per invalidità superiore al 74% e relativo/i verbale/i di riconoscimento di tale invalidità
  • copia eventuale adesione “Fondo ESPERO”
  • solo per i dirigenti scolastici: decreti di attribuzione delle indennità di posizione, risultato e reggenza, nonché dell’assegno “ad personam”
  • Decreto di ricostruzione carriera(aggiornato alla data di cessazione) per cui è competente l’istituzione scolastica e precisamente:
  • Per il personale scolastico che ha prodotto istanza ai fini della carriera a decorrere dall’1/9/2000, anche se immessi in ruolo in anni precedenti (c.m. n. 86 del 9/5/2001)
  • Per il personale scolastico che avuto un passaggio di ruolo con decorrenza 1/9/2000
  • Per il personale ATA transitato dagli EELL dall’1/1/2000 in base alla L. 124/99
  • Per i docenti di religione cattolica sia incaricati che di ruolo.

 

Le domande per il pagamento della pensione diretta ordinaria, dovranno essere inviate,  direttamente all’Ente Previdenziale, esclusivamente attraverso le seguenti modalità:

  • Presentazione della domanda on-line accedendo nell’apposita sezione del sito dell’ente, previa registrazione ;
  • presentazione della domanda tramite Contact Center Integrato ( n.803164 );
  • presentazione telematica della domanda attraverso l’assistenza gratuita del Patronato. 

Tali modalità saranno le uniche ritenute valide ai fini dell’accesso alla prestazione pensionistica. 

 

Applicazione dell’art. 72 DL. 112/2008,convertito nella L. 133/2008 (proroga permanenza in servizio) 

Si ricorda che il D.L. 90/2014 convertito nella L. 114/2014 ha abolito l’istituto della trattenimento in servizio oltre i limiti di età.

Nello specifico, la norma succitata ha abrogato l’art. 16 del decreto legislativo n.503/1992.

Pertanto, ne consegue che il personale che alla data del 31 dicembre 2011 ha maturato i requisiti pensionistici vigenti prima del D.L. 201/2011 (c.d. Riforma Fornero) e compie i 65 anni entro il 31/8/2015, dovrà essere collocato a riposo d’ufficio.

Nulla è innovato invece per il trattenimento in servizio per il raggiungimento del requisito minimo di pensione, regolamentato dall’art. 509, c. 3 del T.U.  297/1994.

 

Legge n. 147/2014: nuove disposizioni in materia di salvaguardia pensionistica 

Il personale scolastico che nel corso dell’anno 2011 ha fruito di permessi ai sensi dell’art. 33, c. 3 della l. 104/1992 o ha fruito di congedi ai sensi dell’art. 42, c. 5 del decreto legislativo 151/2001, per l’accesso al beneficio della c.d. “salvaguardia” deve presentare istanza alle Direzioni territoriali del lavoro competenti per territorio entro il 5 gennaio 2015. I lavoratori già in possesso di un provvedimento di accoglimento da parte della  competente Direzione territoriale del lavoro e rimasti esclusi dal contingente numerico, non devono presentare una nuova istanza.  Il MIUR fornirà successive indicazioni sulla presentazione delle domande di cessazione.

 

Quest’ufficio resta  a disposizione  per eventuali ulteriori chiarimenti.

 Si ringrazia per la collaborazione. 

 

 

Il Dirigente
Marco Bussetti

 

Allegati:

Accredito TFS
Titolo: Accredito TFS
Filename: accredito-tfs.doc
Dimensione: 29 KB
Allegato 2
Titolo: Allegato 2
Filename: allegato-2-4.doc
Dimensione: 42 KB
Dichiarazione_Servizi
Titolo: Dichiarazione_Servizi
Filename: dichiarazione_servizi-2.doc
Dimensione: 53 KB
Mod 105
Titolo: Mod 105
Filename: mod-105-2.doc
Dimensione: 23 KB
NotaMiur
Titolo: NotaMiur
Filename: notamiur-2.pdf
Dimensione: 73 KB

 

 

_________________________________________________________

rosa.racioppi.mi@istruzione.it

 

  • Condividi questo post su Facebook

Direzione regionale e altri ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

IXMilano