Navigazione veloce

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - USR Lombardia - Ufficio X - AT di Milano - Via Soderini 24, 20146 Milano - Tel. 02 92891.1 Centralino
Codice Ipa: m_pi - PEC uspmi@postacert.istruzione.it - E-mail: usp.mi@istruzione.it - Codice AOO: AOOUSPMI - Codice univoco per la fatturazione elettronica: HKPE39 - CF 80099830152

Pensioni – Cessazioni dal servizio “Salvaguardia” e “Opzione donna” con decorrenza 1 settembre 2016

Chiarimenti e indicazioni operative

 

Prot. MIURAOOUSPMI R.U.U 158  del 13 gennaio 2016                                                           

 

Ai Dirigenti Scolastici   
Istituti Statali di ogni ordine e grado     
Milano e Provincia                    

 

 

Oggetto:  Cessazioni dal servizio. “Salvaguardia” e  “Opzione donna” con decorrenza 1° settembre 2016. Chiarimenti e indicazioni operative.

 

A seguito dell’approvazione della legge di stabilità per il 2016, il Ministero ha fornito alcuni chiarimenti con nota  prot. 41637 del 30.12.2015.

 

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SALVAGUARDIA

L’INPS ha predisposto nel mese di novembre l’invio delle certificazioni riguardanti i soggetti rientranti nella categoria dei c.d. “salvaguardati” di cui alla L. 124/2013  e alla L. 147/2014, che erano state sospese per il superamento del plafond inizialmente stabilito.

 Tali   comunicazioni   stabilivano la decorrenza del diritto al trattamento di quiescenza dal 1° settembre 2015.

La legge di stabilità prevede all’art. 1, comma 264, che tali soggetti possano presentare la domanda, in modalità cartacea (vedi modello allegato), con decorrenza del trattamento pensionistico dal primo giorno successivo alla cessazione dal servizio.

E’ fatta comunque salva la facoltà di optare per la cessazione dal servizio con decorrenza 1° settembre 2016.

Le istituzioni scolastiche avranno cura di acquisire la cessazione al SIDI e a produrre tempestivamente tutta la documentazione necessaria per l’espletamento della pratica di pensione e di liquidazione del TFS.

 

REQUISITI DI ACCESSO AI SENSI DELLA L. 243/2004. “OPZIONE DONNA”

 La legge di stabilità all’art. 1, comma 281, ha previsto la proroga dell’opzione donna al 31 dicembre 2015. Pertanto, le lavoratrici potranno conseguire il diritto al trattamento pensionistico in  presenza di un’anzianità  pari o superiore a 35 anni e di un’età anagrafica di 57 anni e 3 mesi, maturati entro il 31 dicembre 2015 e a condizione che optino per il calcolo contributivo.

Le predette lavoratrici potranno presentare istanza di dimissioni ON-LINE tramite il sistema POLIS a decorrere dal 15 gennaio 2016 ed entro il 15 febbraio 2016, per accedere alla pensione con decorrenza dal 1° settembre 2016.

 

SETTIMA  SALVAGUARDIA 

Infine, l’art. 1 c. 265 lett. d) ha previsto la possibilità di accedere al trattamento pensionistico, secondo le regole previgenti la riforma Fornero, nei confronti dei lavoratori in congedo per assistere figli con disabilità grave, i quali perfezionino i requisiti entro il sessantesimo mese successivo alla data di entrata in vigore del D.L. 201/2011 (settima salvaguardia).

A tale riguardo, il comma 268 stabilisce che la presentazione delle domande alle Direzioni territoriali del Lavoro dovrà avvenire entro 60 giorni dall’entrata in vigore della Legge di stabilità.

Nel ringraziare per la collaborazione, si invitano le SS.LL. a dare ampia e tempestiva diffusione della presente circolare.    

 

 

Il Dirigente
Marco Bussetti

 

 

Allegato:

mod  domanda salvaguardati
Titolo: mod domanda salvaguardati (0 click)
Etichetta:
Filename: mod-domanda-salvaguardati.docx
Dimensione: 18 kB

 

_______________________________________

rosa.racioppi.mi@istruzioni.it

  • Condividi questo post su Facebook

Direzione regionale e altri ambiti territoriali (link esterni)

VICremona

VIILecco

VIIILodi

IXMantova