Navigazione veloce

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - USR Lombardia - Ufficio X - AT di Milano - Via Soderini 24, 20146 Milano - Tel. 02 92891.1 Centralino
Codice Ipa: m_pi - PEC uspmi@postacert.istruzione.it - E-mail: usp.mi@istruzione.it - Codice AOO: AOOUSPMI - Codice univoco per la fatturazione elettronica: HKPE39 - CF 80099830152

Pensioni – compiuto quarantennio 2014 – indicazioni

Provvedimento del preavviso di risoluzione del rapporto di lavoro, decorrenza 1/9/2014, entro il 28 febbraio – invio copia a questo ufficio, entro il 5 marzo 2014.

Prot. MIURA00DRL0 R.U. 1303
Milano, 21 gennaio 2014

 

Ai Dirigenti Scolastici
delle scuole statali di ogni ordine e grado

Milano  e  Provincia

 

 

Oggetto: Risoluzione unilaterale rapporto di lavoro Direttiva ministeriale n. 94/2009
Applicazione art. 72, comma 11 L. 133/2008 prorogata per il triennio 2012-2014 ai sensi della L. 148/2011

               

 

In ottemperanza a quanto previsto dalle norme di cui all’oggetto, si confermano le disposizioni relative alla risoluzione unilaterale del  rapporto di lavoro al compimento dei 40 anni di anzianità contributiva.

 

Rimangono validi i criteri stabiliti dalla direttiva ministeriale n. 94/2009 (reperibile sulla INTRANET nota prot. 1053 del 29/01/2010), e le ulteriori precisazioni ministeriali fornite con nota prot. 675 del 27/01/2011, nota prot. n. 868 del 03/02/2011, nonché le indicazioni fornite dall’Ufficio scolastico regionale con nota n. 1729 del 03/02/2010.

 

Come precisato dalla circolare del Dipartimento della Funzione Pubblica n. 2 dell’8 marzo 2012, la risoluzione può operare nei seguenti casi:

 

  • al compimento dei 40 anni di servizio, per il personale già in possesso dei requisiti per il diritto a pensione entro il 31/12/2011(c.d. quota 96 o 40 anni a prescindere dall’età anagrafica), così come previsto dalla previgente normativa;

 

  • al compimento dell’anzianità contributiva, entro il 31/08/2014, di 41 anni e 6 mesi per le donne o 42 anni e 6 mesi per gli uomini.

 

In quest’ultimo caso, poiché la riforma pensionistica prevede per la pensione anticipata la possibilità di una penalizzazione sul trattamento di quiescenza per coloro che hanno un’età inferiore ai 62 anni, la risoluzione non potrà essere esercitata nei confronti dei soggetti per i quali potrebbe operare detta penalizzazione.

Al riguardo si deve comunque tenere presente che l’art. 6 c. 2 quater del D.L. 216/2011, ha disposto che le riduzioni non operano nei confronti del personale la cui anzianità contributiva derivi esclusivamente da attività lavorativa.

 

 Pertanto si raccomanda alle SS.LL.  un’attenta verifica, in capo ai soggetti interessati, della sussistenza di detti requisiti adottando  nei confronti degli stessi il provvedimento (entro il 28 febbraio p.v.) del preavviso di risoluzione  del rapporto di lavoro, con decorrenza 1/9/2014.

Le istituzioni scolastiche avranno cura di inviare a questo ufficio, copia del preavviso di risoluzione  entro il 5 marzo 2014, ai seguenti indirizzi di posta elettronica:

 

Si ringrazia per la collaborazione e si confida in un puntuale adempimento delle indicazioni fornite.

 

 

Il Dirigente
Giuseppe Petralia

________________________________________
rosa.racioppo.mi@istruzione.it

  • Condividi questo post su Facebook

Direzione regionale e altri ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

IXMilano