Navigazione veloce

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - USR Lombardia - Ufficio X - AT di Milano - Via Soderini 24, 20146 Milano - Tel. 02 92891.1 Centralino
Codice Ipa: m_pi - PEC uspmi@postacert.istruzione.it - E-mail: usp.mi@istruzione.it - Codice AOO: AOOUSPMI - Codice univoco per la fatturazione elettronica: HKPE39 - CF 80099830152

Cessazioni dal servizio dal 1/09/2012

In allegato tutte le istruzioni operative per le domande di cessazione dal servizio con decorrenza 1° settembre 2012.

Prot. MIURAOOUSPMI  R.U. 4128/U
Milano, 15 marzo 2012

 

 

Ai Dirigenti Scolastici
Istituti Statali di ogni ordine e grado
Milano e Provincia

 

 

 

Oggetto: D.M. N. 22 del 12 marzo 2012. C.M n. 23 del 12 marzo 2012 – Cessazioni dal servizio con decorrenza 01/09/2012 –  Trattamento di quiescenza – Indicazioni operative

 

Si informano le SS. LL. che in data 13 marzo u.s. è stata pubblicata sulla INTRANET la circolare ministeriale n. 23 del 12/03/2012, avente per oggetto le istruzioni operative per le cessazioni con decorrenza 01/09/2012, con allegato il relativo D.M. n. 22 , che fissa al 30 marzo 2012 il termine ultimo per la presentazione, da parte di tutto il personale del comparto scuola (compresi i dirigenti scolastici), delle domande di dimissioni volontarie e per il trattenimento in servizio oltre il limite di età.

La presentazione delle istanze di cessazione dal servizio dovrà avvenire esclusivamente tramite la procedura web POLIS “Istanze ON LINE” disponibile nel sito internet del Ministero.

Si precisa che le domande presentate prima dell’emanazione del D.M. n. 22, tramite POLIS, sono pienamente valide, e che le stesse  potranno essere revocate entro la medesima data del 30 marzo 2012,

 

Le cessazioni dovranno essere convalidate al SIDI , con l’apposita funzione che sarà disponibile immediatamente dopo il 30 marzo e, comunque, non oltre la data di inizio delle operazioni di mobilità previste per ogni ordine di scuola. A tal proposito si raccomanda di prestare attenzione all’inserimento degli esatti codici di cessazione come di seguito indicati:

CS 01 limiti di età CS 10 compiuto quarantennio CS 11 dimissioni volontarie.

Si raccomanda alle SS.LL. di effettuare una preliminare e attenta verifica delle istanze in ordine al possesso dei requisiti necessari per il diritto a pensione, in base alla  nuove disposizioni contenute nell’art. 24 del D.L. 201/2011, convertito con L. 214/2011, fatta salva la previgente normativa per coloro che abbiano maturato i requisiti entro il 31 dicembre 2011.

Pertanto si rammenta che per il personale scolastico  i requisiti minimi per l’accesso alla pensione di anzianità sono 60 anni di età e 36 di contribuzione, oppure 61 anni di età e 35 di contribuzione (quota 96), oppure 40 anni di anzianità a prescindere dall’età anagrafica, purché maturati entro il 31 dicembre 2011.

Il personale femminile può accedere alla trattamento pensionistico di vecchiaia qualora maturi, entro il 31.12.2011, l’età anagrafica di 61 anni e possa far valere un’anzianità contributiva non inferiore ad anni 20, oppure ad anni 15 se già in servizio alla data del 31.12.1992.

Il personale maschile può accedere ala trattamento pensionistico di vecchiaia qualora maturi, entro il 31.12.2011, l’età anagrafica di 65 anni e possa far valere una contribuzione utile a pensione non inferiore ad anni 20, oppure 15 anni se già in servizio alla data del 31.12.1992.

Per quanto riguarda la documentazione necessaria per consentire la definizione della  pratica di pensione e del TFS, si rimanda  a quanto stabilito con circolare n. 28900 del 4 novembre 2011, disponibile sul sito dell’Ufficio Territoriale di Milano.Tale documentazione dovrà pervenire a questo ufficio nel più breve tempo possibile, e comunque non oltre il 5 aprile 2012. A tal riguardo si precisa che, alla luce delle nuove disposizioni fornite dal Ministro della pubblica amministrazione e della semplificazione con direttiva n. 14 del 22 dicembre 2011, non potranno più essere richiesti agli interessati certificati riguardanti stati, fatti e qualità personali. Nulla è innovato, invece, per quanto attiene al rilascio dei certificati di servizio, su cui non deve essere apposta la dicitura: “Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi”, in quanto trattasi di atti  acquisibili d’ufficio.

 

Da quest’anno le domande per il pagamento della pensione diretta ordinaria, dovranno essere inviate, oltre che a quest’ufficio in formato cartaceo, direttamente all’Ente Previdenziale, attraverso le seguenti modalità:

1) Compilazione della domanda attraverso l’assistenza di un Patronato (già disponibile);

2) Compilazione della domanda on-line accedendo nell’apposita sezione del  sito dell’ente (www.inpad.gov.it),   previa registrazione, a partire dal 2 maggio 2012.

Tali modalità saranno le uniche ritenute valide ai fini dell’accesso alla prestazione pensionistica.


Quest’ufficio è a disposizione delle istituzioni scolastiche e degli utenti, per eventuali ulteriori chiarimenti.

Si ringrazia per la collaborazione.

 

 

Il Dirigente
Giuseppe Petralia

________________________________
Resonsabile:
Rosa Racioppi
rosa.racioppi.mi@istruzione.it

  • Condividi questo post su Facebook

Direzione regionale e altri ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

IXMilano