Navigazione veloce

Ambito Territoriale di Mantova - via Cocastelli, 15 - 46100 Mantova
PEC uspmn@postacert.istruzione.it - Email usp.mn@istruzione.it - iPA: m_pi - Codice AOO: AOOUSPMN
Codice Univoco per la Fatturazione Elettronica: HKPE39 - centralino tel. 0376 227 200 - CF 80019600206

Previsione delle classi negli istituti di I grado per l’a.s. 2015-16 in base alle iscrizioni

Entro il 27 febbraio le scuole di I grado trasmettono il modello con i dati della rilevazione degli alunni e della previsione delle classi.

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia
Ambito Territoriale di Mantova

Prot. AOOUSPMN 759
Mantova, 16 febbraio 2015

Ai dirigenti degli istituti statali di I° grado

p.c. USR Lombardia – Ufficio VI Personale della scuola

p.c. alle OO.SS.territoriali comparto scuola

p.c. All’Ufficio integrazione e al referente
orientamento dell’AT Mantova

Oggetto: Organico di diritto scuole medie 2015-16 – Proposta classi

In data odierna 16 febbraio 2015 scadono i termini per le domande di iscrizioni alle scuole, e il monitoraggio regionale ad uso degli ambiti territoriali evidenzia la consistenza delle iscrizioni pervenute alle singole scuole, divise – nel caso delle scuole medie – anche per tipologia di tempo scuola, tempo normale e tempo prolungato.

In attesa della emanazione delle annuali disposizioni per la determinazione dell’organico di diritto di personale docente per l’a.s. 2015-16 e della assegnazione delle risorse organiche, questo ufficio deve procedere alla autorizzazione delle classi che funzioneranno nel prossimo anno scolastico tenuto conto delle proposte dei dirigenti scolastici.

A tal fine, si trasmettono i sottoindicati modelli, con l’avvertenza che i medesimi dovranno essere restituiti compilati e sottoscritti via Email a giacomina.farina.mn@istruzione.it, stefania.bettoni.mn@istruzione.it e roberto.rubini.mn@istruzione.it entro il 27 febbraio 2015:

  • Il mod.1 prospetto alunni, il totale per classe è la somma degli iscritti alla classe prima o dei promossi alle classi seconde e terze con il dato numerico coerente con la serie storica dei bocciati degli ultimi 2 anni;
  • Il mod.2 prospetto classi, distinte tra classi a tempo normale (29 ore + 1 ora di approfondimento A043) e classi a tempo prolungato (36 ore di insegnamenti, attività e mensa con rientri pomeridiani, in base ai quadri orari DM 37/2009), con l’indicazione, accanto a ciascuna classe, del relativo numero di alunni e l’indicazione della 2° lingua comunitaria.

Per la proposta di classi, i dirigenti faranno riferimento alla normativa vigente, costituita dal DPR 81 del 20 marzo 2009 che fissa criteri e parametri numerici.

Si ribadisce, come nei decorsi anni scolastici, che non sono previste deroghe per problematiche legate all’edilizia e alla capienza delle aule , materia regolamentata da altra normativa (DI 1975 e legge n° 23), né per le classi con la presenza di alunni disabili alle quali si applicano i medesimi parametri numerici del DPR 81/2009.
Le problematiche di tali alunni verranno valutate in sede di assegnazione di organico di fatto di sostegno.

Poiché dal monitoraggio risultano gruppi di alunni richiedenti una tipologia di classe – ad esempio: tempo prolungato – non sufficienti a formare una classe, si ricorda che tutti gli alunni che formano una determinata classe, che sia a tempo normale che sia a tempo prolungato, devono osservare i medesimi tempi scuola e orari di insegnamento.

Quanto sopra, sia per la diverstà di “scuola” in termini di programmi e ore, sia per la diversità di risorse organiche elaborate dal sistema informatico che saranno attribuite in base al

  • DPR 89/2009, revisione dell’assetto ordinamentale, organizzativo e didattico,
  • al DM 37/2009, composizione delle cattedre.

Si richiama al riguardo la precisa responsabilità dirigenziale ex DPR 81/2009, art. 2, comma 6 e legge 133/2008 art. 64 comma 5.

I dati riportati nei prospetti devono coincidere con quelli che saranno acquisiti al SIDI direttamente dalle scuole quando saranno aperte le funzionalità propedeutiche alla determinazione dell’organico di diritto.

Si anticipa che, in previsione delle preannunciate modifiche tese a far coincidere l’organico di diritto con l’organico di fatto, saranno programmati incontri presso questo Ufficio con i dirigenti scolastici per le definizione delle classi autorizzate, presumibilmente dal 10 marzo p.v..

Relativamente alle classi che devono essere imputate alla 2° lingua comunitaria, i dirigenti scolastici acquisiranno i dati risultanti dalle iscrizioni, già orientate in base al POF presentato alle famiglie.

Richiamando il DPR 81/2009 nella parte relativa alle cattedre di lingue straniere nella scuola media, le richieste di variazione rispetto alla 2° lingua presente in organico di diritto o di inglese potenziato saranno autorizzate da questo Ufficio, attraverso la convalida dei dati inseriti dalle scuole o la rettifica degli stessi, dopo le opportune valutazioni della ricaduta sugli organici e sui titolari di lingua straniera a livello provinciale, e dopo le necessarie considerazioni relative ai docenti neo immessi in ruolo che devono trovare la sede definitiva e alla esigenza di non determinare situazioni di soprannumerarietà.

Relativamente alle richieste di attivazione di nuovi corsi ad indirizzo musicale, si rinvia alle procedure precisate dall’USR Lombardia – Ufficio VI – con nota 156 del 9 gennaio 2015.

La dirigente reggente
Patrizia Graziani

Allegato

Responsabile / Informazioni:
Giacomina Farina
tel. 0376 227 245
Email giacomina.farina.mn@istruzione.it
Referenti:
Roberto Rubini
tel. 0376 227 239
Email roberto.rubini.mn@istruzione.it
Stefania Bettoni
tel. 0376 227 252
Email stefania.bettoni.mn@istruzione.it

AT - Aree

Direzione regionale e altri ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

IXMilano