Navigazione veloce

Ambito Territoriale di Mantova - via Cocastelli, 15 - 46100 Mantova
PEC uspmn@postacert.istruzione.it - Email usp.mn@istruzione.it - iPA: m_pi - Codice AOO: AOOUSPMN
Codice Univoco per la Fatturazione Elettronica: HKPE39 - centralino tel. 0376 227 200 - CF 80019600206

Iscrizioni alle scuole statali e paritarie
del secondo ciclo di Istruzione
e ai percorsi di istruzione e formazione professionale

Procedura informatizzata per la gestione delle iscrizioni attraverso il sistema informativo regionale. Le procedure informatiche saranno attivate dal 20 gennaio al 20 febbraio 2012.

Loghi dell’USR e della Regione Lombardia

Prot. n° 217 del 12 gennaio 2012

&nbsp

Ai dirigenti delle Istituzioni scolastiche
statali e paritarie della Lombardia

Ai direttori delle istituzioni formative

Ai dirigenti degli UU.SS.TT. della Lombardia

e, p.c., Agli assessori all’Istruzione e alla formazione
delle Province della Lombardia

OGGETTO: iscrizioni alle scuole statali e paritarie del secondo ciclo di Istruzione e ai percorsi di istruzione e formazione professionale

Come previsto dalla Circolare Ministeriale del 29 dicembre 2011, n° 110, le iscrizioni al primo anno dei percorsi di Istruzione secondaria di secondo grado statali e paritari e di Istruzione e formazione professionale dovranno essere effettuate entro il 20 febbraio 2012. La presente nota fornisce ulteriori indicazioni rispetto alla Circolare Ministeriale, definendo indicazioni vincolanti per le Istituzioni scolastiche e formative del territorio regionale per le quali, nel quadro dell’Anagrafe Regionale degli Studenti, è attivata una specifica procedura informatizzata per la gestione delle iscrizioni in oggetto. Le istituzioni scolastiche della Provincia di Brescia utilizzeranno, nell’ambito delle presenti disposizioni, il sistema informativo “e‐scuola”.

Nella gestione delle procedure di iscrizione, è necessario tener conto delle seguenti indicazioni:

  1. Come già più volte anticipato, proseguendo l’esperienza degli scorsi anni scolastici, gli alunni frequentanti la classe terza delle scuole secondarie di primo grado statali e paritarie dovranno essere iscritti alla classe prima di un istituto secondario di secondo grado statale o paritario o al primo anno di un percorso di Istruzione e formazione professionale obbligatoriamente attraverso il sistema informativo regionale. Le procedure informatiche saranno attivate dal 20 gennaio al 20 febbraio 2012.
  2. L’inserimento dell’iscrizione nel sistema informativo regionale dovrà avvenire a cura delle scuole secondarie di primo grado, che raccoglieranno dalle famiglie gli elementi finalizzati all’inserimento dei dati nell’anagrafe regionale. A tal fine si allega un fac‐simile di domanda che contiene tutti gli elementi sui percorsi di istruzione e di istruzione e formazione professionale, che le famiglie potranno compilare per l’espletamento della procedura di iscrizione. L’inserimento dell’iscrizione nel sistema informativo regionale dovrà avvenire contestualmente alla raccolta delle informazioni o, comunque, entro le successive 24 ore. Le eventuali istanze presentate dalle famiglie prima del 20 gennaio andranno inserite entro il 22 gennaio. All’atto dell’inserimento il sistema creerà un file in pdf – contenente i dati dell’alunno, il percorso scelto e la segnalazione del giorno e dell’ora dell’inserimento – a conferma dell’avvenuta acquisizione a sistema. Tale file dovrà restare provvisoriamente presso la scuola secondaria di primo grado, fino alla conferma definitiva dell’iscrizione da parte della scuola secondaria di secondo grado, momento in cui sarà inoltrato (attraverso posta certificata ‐ PEC) all’istituzione scolastica o formativa competente.
    Nel caso in cui la famiglia si avvalga del sistema “scuola in chiaro”, come previsto dalla Circolare Ministeriale n. 108 del 27/12/2011, la scuola secondaria di primo grado acquisirà dal sistema informativo del Ministero il modulo compilato dalla famiglia e procederà come di consueto all’inserimento dell’iscrizione nell’anagrafe regionale degli studenti entro le medesime scadenze temporali.
  3. Nell’ambito dell’accordo (ai sensi dell’articolo 3 comma 4 del D.lgs. 76/2005) per l’integrazione delle “anagrafi degli studenti”, approvato in Conferenza Unificata il 16 dicembre 2010, si fornisce in allegato informativa per la privacy ai fini della gestione dei dati per la presa visione da parte della famiglia contestualmente all’atto dell’iscrizione.
  4. L’iscrizione alle scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie dovrà obbligatoriamente indicare l’istituto e la tipologia del percorso scelto. In particolare:
    1. per quanto riguarda i licei, costituiscono singoli percorsi fin dal primo anno le diverse tipologie previste dal nuovo ordinamento: pertanto, vanno intesi come percorsi separati anche l’opzione “scienze applicate” del liceo scientifico e l’opzione “economico‐sociale” del liceo delle scienze umane, come pure vanno distinte la sezione musicale e quella coreutica del liceo musicale e coreutico. Viceversa, non configurano percorsi separati dal primo anno gli indirizzi del liceo artistico;
    2. per quanto riguarda gli istituti tecnici e professionali, costituiscono percorsi separati dal primo anno i singoli indirizzi previsti all’interno di ciascun settore; vanno invece considerate in modo unitario le articolazioni interne agli indirizzi, con la sola eccezione dell’indirizzo B2 degli istituti professionali (servizi socio‐sanitari), in cui ogni singola articolazione (Servizi socio‐sanitari; Arti ausiliarie delle professioni sanitarie, Odontotecnico; Arti ausiliarie delle professioni sanitarie, Ottico) costituisce percorso separato sin dal primo anno;
    3. è possibile, al momento dell’iscrizione alla classe prima, indicare l’indirizzo di liceo artistico, l’articolazione o l’opzione desiderata per gli istituti tecnici e professionali, fermo restando che essa non costituisce impegno vincolante né per le famiglie né per l’amministrazione scolastica che valuterà a suo tempo, nella fase propedeutica alla formazione delle classi terze per l’a.s. 2014/2015, il sussistere delle condizioni per l’attivazione dei corsi e l’assegnazione dell’organico;
    4. l’elenco delle opzioni attivabili dai singoli istituti tecnici e professionali per l’utilizzazione, nel secondo biennio e nel quinto anno dei percorsi di studio, degli spazi di flessibilità previsti dai Regolamenti, è definito dalla programmazione regionale nell’ambito dell’ulteriore specificazione dell’offerta formativa effettuata sulla base delle proposte provinciali;
    5. si rammenta che le iscrizioni alle scuole paritarie dovranno essere perfezionate a seguito di apposita sottoscrizione da parte dei genitori del progetto educativo di istituto.
    6. per le norme relative all’istruzione parentale, si rammenta l’obbligo per le famiglie che chiedono di avvalersi di questa opportunità di indicare comunque il percorso di istruzione secondaria di secondo grado e l’istituto prescelto, barrando nel contempo lo specifico campo “Istruzione parentale”. L’istituto, nel caso rilasci la relativa autorizzazione, sarà responsabile della vigilanza sull’adempimento dell’obbligo di istruzione.
  5. Per i percorsi di istruzione e formazione professionale si dovrà indicare la qualifica in relazione alla specifica offerta formativa proposta dalle diverse istituzioni scolastiche e formative. Si coglie l’occasione per sottolineare che in Lombardia viene attuata la cosiddetta “offerta sussidiaria complementare” di cui al capo II, punto 2, delle linee guida previste dall’art. 13, comma 1‐quinquies, legge 40/07; pertanto, come già stabilito lo scorso anno, non sarà possibile accogliere iscrizioni ai percorsi di qualifica triennale previsti dal previgente ordinamento.
  6. In questa fase le iscrizioni sono gestite dalle istituzioni scolastiche secondarie di primo grado. Le Istituzioni scolastiche e formative del secondo ciclo possono acquisire le iscrizioni limitatamente agli alunni provenienti da Istituzioni scolastiche del primo ciclo collocate fuori dal territorio regionale e, dunque, non inserite nell’anagrafe, ovvero per studenti in obbligo di istruzione, in possesso del diploma conclusivo del primo ciclo di istruzione, ma non iscritti ad alcun percorso di secondo ciclo.
  7. Le Istituzioni scolastiche e formative del secondo ciclo monitoreranno in tempo reale l’andamento delle iscrizioni e, alla chiusura delle stesse, procederanno tempestivamente a valutare se il numero degli iscritti sia compatibile con la capienza dell’istituto. Detta valutazione, caratterizzata da criteri di oggettività, equità e trasparenza precedentemente elaborati da ogni singola istituzione scolastica o formativa del secondo ciclo (Circ. Prot. n. 13623 del 19 dicembre 2011), dovrà portare all’eventuale individuazione, entro il 29 febbraio, di coloro le cui iscrizioni non possano essere accettate. In tal caso, l’Istituzione destinataria della richiesta di iscrizione dovrà provvedere entro la medesima data a segnalare al sistema il non accoglimento dell’istanza, attraverso l’apposita funzionalità di non accettazione dell’iscrizione; la scuola secondaria di primo grado cui l’alunno è attualmente iscritto ne avrà immediata notizia dal sistema stesso e provvederà all’inserimento a sistema dell’opzione in subordine espressa dalla famiglia; qualora la famiglia non abbia espresso opzioni in subordine rispetto alla prima richiesta di iscrizione, la scuola secondaria di I grado dovrà informare tempestivamente la famiglia per il riorientamento dell’alunno. Si raccomanda che i criteri di accettazione delle istanze di iscrizione siano resi pubblici prima della scadenza delle iscrizioni e che, su richiesta della famiglie, ne venga esplicitata l’applicazione.
  8. Per quanto riguarda le scuole statali, qualora le istanze di iscrizione a un singolo percorso siano compatibili con la capienza complessiva dell’Istituzione scolastica richiesta, ma risultino in eccesso o in difetto rispetto a quanto previsto dal DPR 81/09 in merito ai criteri numerici per la formazione delle classi, l’Istituzione ricevente dovrà adottare le medesime procedure indicate in precedenza, segnalando a sistema la non accettazione dell’istanza e attivando di conseguenza quanto previsto al punto 7, ovvero, in accordo con la famiglia, dovrà intervenire direttamente a sistema spostando lo studente su altro indirizzo del medesimo istituto.
  9. Tutte le valutazioni in merito all’accoglimento delle domande di iscrizione alle scuole secondarie di secondo grado statali o paritarie, nonché alle istituzioni formative dovranno concludersi inderogabilmente entro il 5 marzo; dopo tale data, le iscrizioni non rifiutate dovranno ritenersi accolte e, di conseguenza, la scuola secondaria di primo grado trasmetterà alla competente Istituzione del secondo ciclo i file relativi alle iscrizioni degli alunni come previsto al punto 2. Per quanto riguarda gli studenti le cui domande non siano state – a qualsiasi titolo – accolte, la trasmissione dovrà avvenire solo dopo che sia stata conclusa la fase di riorientamento e, dunque, l’iscrizione sia stata definitivamente accettata da parte di un’Istituzione scolastica o formativa.
  10. Qualsiasi trasferimento di iscrizione, da gestire secondo le indicazioni impartite dalla CM 110, dovrà essere acquisito a sistema da parte della scuola secondaria di primo grado, qualora avvenga entro il 31 agosto 2012 (si rammenta che per tale ipotesi l’applicabilità dell’art. 15 della legge 183/2011 che detta norme in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive); oltre tale data, la competenza passerà all’Istituzione ricevente. Per quanto riguarda gli alunni che non conseguiranno il diploma di scuola secondaria di primo grado, nel mese di giugno un’apposita funzionalità consentirà alla scuola secondaria di primo grado di annullarne l’iscrizione. Le iscrizioni degli studenti che, iscritti al primo anno di un percorso di secondo ciclo, non siano ammessi alla classe successiva, verranno acquisite a tempo debito direttamente dalle Istituzioni di secondo ciclo.

Nella consapevolezza dell’impegno richiesto e confidando nella consueta fattiva collaborazione, l’occasione è gradita per porgere distinti saluti.

Il Direttore Generale
Ufficio Scolastico Regionale
Giuseppe Colosio
Il Direttore Generale
Istruzione Formazione Lavoro
Maria Pia Redaelli

Allegato:

Riferimenti per informazioni e chiarimenti:

Ufficio Scolastico Regionale
Ufficio III – Ordinamenti
Emilia Pignatel
Tel. 02 57 46 27 308
Email: emilia.pignatel@istruzione.it

Ufficio IV – Rete Scolastica e politiche per gli studenti
Delio Pistolesi
Tel. 02 57 46 27 258
Email: delio.pistolesi@istruzione.it

Ufficio Scolastico Regionale
Ufficio VI – Personale della scuola
Antonio Ricciardi
Tel: 02 574 627 312
Email: a.ricciardi@istruzione.it

DG Formazione, Istruzione e Lavoro
U.O. Sistema Educativo ed Università
Lorenzo Rossignoli
Tel. 02 67 65 65 90 / 02 67 65 2013
Email: lorenzo_rossignoli@regione.lombardia.it

AT - Aree

Direzione regionale e altri ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

IXMilano