Navigazione veloce

Ambito Territoriale di Mantova - via Cocastelli, 15 - 46100 Mantova
PEC uspmn@postacert.istruzione.it - Email usp.mn@istruzione.it - iPA: m_pi - Codice AOO: AOOUSPMN
Codice Univoco per la Fatturazione Elettronica: HKPE39 - centralino tel. 0376 227 200 - CF 80019600206

DSGA nelle sedi sottodimensionate

Accordo regionale per l’attribuzione del DSGA alle istituzioni scolastiche sottodimensionate.

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia
Ufficio VI – Personale della scuola

Prot. n° MIUR AOODRLO R.U. 10700
del 24 agosto 2012

ACCORDO RELATIVO AI CRITERI PER L’ASSEGNAZIONE
DELLE SEDI SOTTODIMENSIONATE AI DSGA TITOLARI
IN ISTITUZIONI SCOLASTICHE NORMODIMENSIONATE

L’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia e le Organizzazioni Sindacali firmatarie del Contratto Collettivo Nazionale di lavoro del 29 novembre 2007,

VISTO l’art. 19, c. 5 bis, d.l. 6 luglio 2011, n° 98, convertito dalla legge 15 luglio 2011, n° 111, così come modificato dall’articolo 4, c. 69, legge 12 novembre 2011, n° 183;

VISTO l’art. 4, c. 6, dello schema di Decreto Interministeriale relativo alla definizione dei criteri e dei parametri per la determinazione degli organici del personale ATA per l’anno scolastico 2012-13, che demanda alla contrattazione decentrata regionale la definizione dei criteri per la individuazione delle istituzioni scolastiche da abbinare o da assegnare a DSGA di istituzioni scolastiche normodimensionate;

VISTE le indicazioni contenute nella Circolare Ministeriale 18 luglio 2012, n° 61;

PRESO ATTO che sulla base delle suddette indicazioni tutte le province della Lombardia rientrano nella tipologia prevista al punto 3 della sezione “Personale ATA – organico DSGA” e che, pertanto, le scuole sottodimensionate dovranno essere affidate – a titolo di incarico aggiuntivo – a DSGA di ruolo in servizio su un’istituzione scolastica normodimensionata;

VERIFICATO che, per le ragioni sopra esposte, in sede di adeguamento dell’organico alla situazione di fatto non potranno essere attivati posti aggiuntivi, relativi al profilo di DSGA, rispetto a quanto determinato in organico di diritto;

TENUTO CONTO della necessità di garantire la funzionalità delle Istituzioni scolastiche sottodimensionate

individuano i seguenti criteri al fine di assegnare le istituzioni scolastiche sottodimensionate ai DSGA titolari in istituzioni normodimensionate.

  1. Va riconosciuta la priorità nell’assegnazione delle sedi sottodimensionate ai sensi dell’art. 19, c. 5 bis, citato in premessa, ai DSGA in servizio nella provincia e titolari nell’anno scolastico 2011-12 nella medesima istituzione scolastica sottodimensionata che richiedano di prestare servizio, oltre che sulla scuola di attuale titolarità, anche su quella sottodimensionata di precedente titolarità.
  2. Qualora l’istituzione scolastica sottodimensionata sia venuta a crearsi a seguito del dimensionamento per l’a.s. 2012-13, possono presentare la domanda di assegnazione di cui al punto 1) i DSGA titolari per l’a.s. 2011-12 nelle istituzioni scolastiche coinvolte nel singolo dimensionamento, come definito all’art. 47, c. 1, nota 1), CCNI 29 febbraio 2012 concernente la mobilità del personale docente, educativo e ATA per l’a.s. 2012-13.
  3. Non ricorrendo le condizioni di cui ai punti 1) e 2), a domanda saranno assegnati alle scuole sottodimensionate i DSGA titolari nell’a.s. 2012-13 in scuole appartenenti al medesimo ciclo scolastico.
  4. In subordine, a domanda saranno assegnati alle scuole sottodimensionate i DSGA titolari nell’a.s. 2012-13 in scuole appartenenti ad altro ciclo scolastico.
  5. Qualora, nei casi previsti ai punti 2), 3) e 4), concorrano più DSGA, gli stessi saranno graduati per punteggio, calcolato ai sensi dell’allegato 4 al CCNI 23 agosto 2012.
  6. In caso di assenza di istanze di assegnazione alle istituzioni scolastiche sottodimensionate, il dirigente dell’Ufficio scolastico territorialmente competente attribuirà, a titolo di incarico aggiuntivo, la scuola sottodimensionata a un DSGA titolare nella provincia su scuola normodimensionata, preferibilmente nel medesimo ciclo scolastico, garantendo la funzionalità delle istituzioni scolastiche coinvolte – con riferimento alla loro tipologia ed alle loro peculiarità, nonché al numero degli alunni, dei plessi e delle succursali – e assicurando che sia rispettato il principio di facile raggiungibilità delle sedi di assegnazione.
Per la parte sindacale
FLC-CGIL
CISL SCUOLA F.to
UIL SCUOLA F.to
SNALS – Confsal F.to
GILDA UNAMS F.to
Per la parte pubblica
Il Dirigente
F.to Luca Volonté

AT - Aree

Direzione regionale e altri ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

IXMilano