Navigazione veloce

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - USR Lombardia - via Pola, 11 - 20124 - Milano - Tel. 02 574 627 1 - Codice Ipa: m_pi - PEC drlo@postacert.istruzione.it - E-mail: direzione-lombardia@istruzione.it - Codice AOO: AOODRLO - Codice per la fatturazione elettronica: HKPE39 per la contabilità generale, S068C6 per quella ordinaria - CF 97254200153

Premiazione concorso Un logo per il coordinamento regionale delle consulte

Martedì 7 giugno è avvenuta la premiazione dei vincitori del concorso “Un logo per il coordinamento regionale delle consulte”, bandito dall’USR per creare senso di identità e appartenenza tra i componenti del Coordinamento Regionale, sia per favorirne la rappresentatività.
Tra i 132 elaborati pervenuti il vincitore è risultato il logo proposto da Paolo Crippa, 5CG Istituto “Caniana” di Bergamo.
Il II e il III premio sono stati attribuiti rispettivamente a Enrico Discolo, 4 IA IIS “Alessandro Volta” di Lodi e a Claudia Bottani, 4 G Liceo Artistico Statale “Giacomo e Pio Manzù “ di Bergamo.

Martedì 7 giugno è avvenuta la premiazione dei vincitori del concorso “Un logo per il coordinamento regionale delle consulte”, bandito dall’USR per creare senso di identità e appartenenza tra i componenti del Coordinamento Regionale, sia per favorirne la rappresentatività.

Tra i 132  elaborati pervenuti il vincitore è risultato il logo proposto da Paolo Crippa, 5CG Istituto “Caniana” di Bergamo.

Il II e il III premio sono stati attribuiti rispettivamente a Enrico Discolo, 4 IA IIS “Alessandro Volta” di Lodi e a Claudia Bottani,   4 G  Liceo Artistico Statale “Giacomo e Pio Manzù “ di Bergamo.

Il progetto di creare un logo del Coordinamento regionale nasce dall’esigenza di dare  visibilità alle Consulte degli Studenti, sia e rafforzarne il legame con i singoli istituti scolastici  e la società civile.

Ricordiamo che le Consulte Provinciali Studentesche, composte da 2 studenti eletti biennalmente in ciascun istituto di istruzione di II grado, sono attive da 15 anni sul territorio nazionale a seguito dell’emanazione del D.P.R. 567 del 10 ottobre 1996 “Disciplina delle attività complementari e delle attività integrative nelle istituzioni scolastiche”.

Ciascuna Consulta ha un proprio Regolamento, elegge al proprio interno un Presidente, può articolarsi in Commissioni tematiche e/o territoriali, si riunisce periodicamente, e gestisce un fondo assegnato annualmente dal MIUR.

Le Consulte Provinciali Studentesche  assicurano il collegamento e il confronto fra gli studenti di tutti le scuole superiori della provincia, formulano proposte di progetti e attività per coinvolgere i diversi istituti anche in accordo con Enti locali, Associazioni e Istituzioni, esprimono pareri su richiesta del MIUR, degli Uffici Scolastici, degli enti.

Assumono quindi rilievo quali “luoghi” privilegiati di coordinamento e promozione delle iniziative progettuali studentesche, oltre che di collaborazione con l’Amministrazione scolastica, nella prospettiva di una partecipazione attiva degli studenti anche all’esterno dell’istituzione scolastica.

Il concorso, bandito da USR Lombardia, ha visto una buona partecipazione degli studenti; infatti all’ufficio sono pervenuti 132 elaborati, valutati da

Presso ciascun Ufficio Scolastico Regionale è istituito il Coordinamento Regionale delle Consulte degli Studenti con funzioni di confronto, di coordinamento, di promozione e di supporto alle attività  delle Consulte Provinciali, al fine di sostenere attività di carattere regionale e di estendere a livello regionale le esperienze più significative promosse da una o più Consulte Provinciali.

Le Consulte Provinciali Studentesche, composte da 2 studenti eletti biennalmente in ciascun istituto di istruzione di II grado, sono attive da 15 anni sul territorio nazionale a seguito dell’emanazione del D.P.R. 567 del 10 ottobre 1996 “Disciplina delle attività complementari e delle attività integrative nelle istituzioni scolastiche”.

Ciascuna Consulta elegge al proprio interno un Presidente, può articolarsi in Commissioni tematiche e/o territoriali, si riunisce periodicamente, ha un proprio Regolamento e gestisce un fondo assegnato annualmente dal MIUR.

Le Consulte Provinciali Studentesche  assicurano il collegamento e il confronto fra gli studenti di tutti le scuole superiori della provincia, formulano proposte di progetti e attività per coinvolgere i diversi istituti anche in accordo con Enti locali, Associazioni e Istituzioni, esprimono pareri su richiesta del MIUR e degli Uffici Scolastici.

Assumono quindi rilievo quali “luoghi” privilegiati di coordinamento e promozione delle iniziative progettuali studentesche, oltre che di collaborazione con l’Amministrazione scolastica, nella prospettiva di una partecipazione attiva degli studenti anche all’esterno dell’istituzione scolastica.

Il Coordinamento Regionale delle Consulte Provinciali Studentesche, previsto dal D.P.R. 567/96 all’art. 6 comma 4 (modificato dal D.P.R. 105/2001), è composto da almeno uno studente per ciascuna CPS della Regione e da ciascun referente presso ogni Ambito Territoriale, ha il compito di pianificare interventi di in/formazione sui temi della partecipazione studentesca in relazione alle esigenze che emergono dai territori, in coerenza con le linee nazionali, con le principali innovazioni normative e le politiche giovanili e scolastiche definite dall’Ufficio Scolastico Regionale in accordo con gli Enti Locali.

E’ compito, infine, del Coordinamento monitorare l’andamento delle elezioni dei rappresentanti nelle singole scuole, avendo cura di assicurare la massima circolazione delle informazioni sulle diverse forme di rappresentanza studentesca.

Opere premiate

Primo premio: Carlo Crippa

Primo premio al logo di Carlo Crippa

Secondo premio: Enrico Discolo

Secondo premio al logo di Enrico Discolo

Terzo premio: Claudia Bottani

Terzo premio al logo di Claudia Bottani

  • Condividi questo post su Facebook

Ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

XMilano