Navigazione veloce

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - USR Lombardia - via Pola, 11 - 20124 - Milano - Tel. 02 574 627 1 - Codice Ipa: m_pi - PEC drlo@postacert.istruzione.it - E-mail: direzione-lombardia@istruzione.it - Codice AOO: AOODRLO - Codice per la fatturazione elettronica: HKPE39 per la contabilità generale, S068C6 per quella ordinaria - CF 97254200153

Classi 2.0 a Stradella

Comunicato stampa: la scuola Depetris di Stradella presenta il proprio innovativo progetto didattico e tecnologico Cl@ssi 2.0, realizzato grazie alla sinergia tra scuola, amministrazione e università.

Comunicato stampa

Classi 2.0 a Stradella

Sabato 26 Marzo la Sc. Sec. di Primo Grado “A. Depretis” di Stradella ha presentato all’utenza, all’amministrazione comunale e ai più alti responsabili dell’amministrazione scolastica il proprio progetto d’innovazione didattica e tecnologica rientrante nell’ambito del finanziamento ministeriale Cl@ssi 2.0.

La classe 2^D dell’istituto, destinataria del relativo finanziamento triennale, ormai da 15 giorni sta sperimentando un nuovo modo di fare lezione, realizzando appieno quello che è lo spirito sotteso alla stessa progettualità: l’ampliamento degli ambienti didattici, l’abbattimento dei limiti ‘fisici’ propri di una normale attività didattica di classe, l’interazione fra docente e alunni in un continuo scambio di informazioni, consegne, supporti didattici.

Alla presenza del Dir. dell’USR della Lombardia dott. Giuseppe Colosio, del Direttore dell’UST di Pavia dott. Giuseppe Bonelli, del Sindaco di Stradella Prof. Pierangelo Lombardi con l’intera Giunta e dei genitori della classe, il Dir. Scolastico Filippo Dezza, lì’intero consiglio di classe e i ragazzi hanno dato dimostrazione pratica e operativa di come si svolgeranno le lezioni della 2^D nell’immediato futuro. Ciascuno di loro agirà sul proprio netbook in interazione costante con il pc centrale gestito dal docente che sta facendo lezione; lo stesso insegnante, attraverso la videata globale della classe, controlla in tempo reale il lavoro di ogni studente, eventualmente intervenendo direttamente dalla propria postazione. Qualunque tipo di lavoro viene poi mostrato alla classe utilizzando le due LIM di cui l’aula è dotata. Di due LIM si tratta, in quanto il locale (l’aula più spaziosa della scuola) è stato diviso in due ambienti: uno con i banchi disposti a ferro di cavallo e l’altro con quattro penisole. Va rilevato (e questo costituisce un indubbio valore aggiunto per il progetto) come la fattibilità di tale proposta didattica sia stata possibile grazie alla totale sinergia fra tutte le agenzie educative e non che si auspica dovrebbero sempre investire nella scuola: con il finanziamento ministeriale si è provveduto all’acquisto di 24 netbook per i ragazzi e di un notbook per il docente, di due LIM, di una stampante e di un armadio blindato attrezzato al ricovero di tutti i pc con relativa ricarica generale. Le famiglie si sono autotassate e hanno provveduto all’acquisto degli arredi (banchi omologati all’uso dei pc, penisole, scaffali per il deposito dei vari materiali didattici e tendoni oscuranti), l’amministrazione comunale ha contribuito con un significativo contributo inserito nel POF appositamente destinato ad integrare l’intervento delle famiglie.

Insomma, un’azione corale di assoluta eccellenza che ha portato anche alla creazione, utilizzando la rete internet cui la classe è collegata, di una classe virtuale che sta diventando sede di scambio di compiti, registrazione di votazioni, comunicazioni scuola-famiglia e quant’altro. Praticamente, è ora possibile anche per chi è casa ammalato seguire le lezioni, ricevere i compiti, svolgerli e inviarli al docente per la correzione.

Tutto ciò è il risultato di un grosso lavoro di preparazione; la sola fase di progettazione ha occupato tutto l’a.s. 2009/2010, durante il quale l’intero consiglio di classe si è costantemente confrontato con USR Lombardia e Università Bicocca, sotto la guida del coach tutor dott. Andrea Brunetta, che ha provveduto a guidare e formare docenti tutto sommato, nella fase iniziale, non preparati ad una sfida siffatta.

I risultati però hanno pagato questo impegno e per il Dirigente Scolastico e i docenti della scuola di Stradella, nonchè per i genitori dei ragazzi, gli apprezzamenti ricevuti dai Dirigenti Colosio e Bonelli, e la loro stessa presenza alla manifestazione di Sabato, sono la migliore conferma che questo è il miglior modo per rendere la scuola moderna, davvero formativa e soprattutto rispondente alle esigenze degli adolescenti che oggi si affacciano alla società.


Milano, 30 marzo 2011

  • Condividi questo post su Facebook

Ambiti territoriali (link esterni)

VIILecco

VIIILodi

IXMantova

XMilano