Navigazione veloce

Ambito territoriale di Bergamo - via Pradello, 12 - 24121 Bergamo - Tel. 035 284 111 - VoIP 80000

PEC uspbg@postacert.istruzione.it - mail usp.bg@istruzione.it - IPA: m_pi - Codice AOO: AOOUSPBG - Codice univoco per la fatturazione elettronica: HKPE39 - CF 80031070164

Permessi per il diritto allo studio comparto scuola anno 2013

Sono pubblicati gli elenchi provvisori dei permessi per il diritto allo studio per l’anno 2013, relativi al personale del comparto scuola della provincia.

Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia
Ufficio X – Ambito Territoriale di Bergamo
Via Pradello, 12 – 24121 Bergamo
Posta Elettronica Certificata: uspbg@postacert.istruzione.it

Prot. n. MIUR AOO USPBG R.U. 18441/C2
Bergamo, 28 dicembre 2012

Ai Dirigenti scolastici delle scuole statali
di ogni ordine e grado della Provincia
Loro sedi

All’albo
Sede

Alle Organizzazioni Sindacali
Loro sedi

Oggetto: Permessi per il diritto allo studio anno 2013

Si trasmette il Decreto n.255 del 28/12/2012, con il quale sono stati pubblicati gli elenchi relativi al personale docente educativo ed ATA richiedente i permessi per il diritto allo studio per l’anno 2013 (ALLEGATO 1 personale beneficiario, ALLEGATO 2 personale escluso, ALLEGATO 3 personale in subordine, ALLEGATO 4 personale accantonato).

Premesso che il numero complessivo delle domande che presentano i requisiti richiesti (al netto delle domande di cui all’articolo 2 dell’allegato decreto n.  ) non ha superato il contingente provinciale così come determinato dal Decreto di questo Ufficio n. 192 del 24 ottobre 2012, si precisa che non è stato necessario procedere alle compensazioni tra i vari ambiti intesi come ordine di scuola o profili professionali.

A norma di quanto previsto dall’art. 7, comma. 5, del C.I.R./2011, le domande del personale che ha chiesto il rinnovo dei permessi oltre la durata legale del corso, ma comunque entro il limite di un ulteriore periodo di pari durata sono state provvisoriamente accantonate. Prima di concedere il diritto alla fruizione dei permessi a questa tipologia di personale, sarà necessario procedere alla successiva operazione di compensazione interprovinciale per qualsiasi tipologia di corso e di personale. (ALLEGATO 3).

 Limitatamente ai permessi per l’anno solare 2013, relativi ai docenti di cui all’art 6 comma 1 iscritti ai Tirocini Formativi Attivi previsti dal D.M.n. 249 del 10 settembre 2010 o ai corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno riservati al personale docente in esubero previsti dal D.D. n. 7 del 16 aprile 2012, si è proceduto secondo le indicazioni contenute nell’Integrazione al C.I.R./2011, Prot. 15048 del 06 dicembre 2012. Le istanze in sospeso saranno valutate al momento opportuno, in relazione ai contingenti provinciali residuati, dopo le operazioni di cui agli articoli 5, 7 e 9 del CIR del 15/11/2011. (ALLEGATO 4). Sono state altresì accantonate le richieste, già pervenute, del personale con contratto “fino all’avente diritto” che verranno assimilate a quelle del personale con contratto breve e saltuario e saranno oggetto di valutazione nella fase successiva prevista tra il 10 e il 20 gennaio 2013 .

In ordine ai corsi di formazione per lo sviluppo di competenze linguistico-comunicative e metodologico-didattiche in lingua inglese dei docenti della scuola primaria si ritiene necessario fornire chiarimenti in merito alle diverse situazioni riscontrate:

a) docenti immessi in ruolo negli anni scolastici 2008/09, 2009/10, 2010/11 e 2011/2012: la loro partecipazione ai corsi di cui trattasi fa parte dell’obbligo di formazione; non rientra, quindi, nelle tipologie previste per poter fruire dei permessi, come indicato nel CIR del 15/11/2011 (art. 7 – comma 1 – punto 3). La modalità di partecipazione ai corsi da parte dei docenti, già autorizzati alla frequenza dal competente Ufficio, deve essere concordata con il Dirigente Scolastico. Questi ultimi vorranno favorire e facilitare la partecipazione dei neo immessi in ruolo ai corsi di formazione obbligatoria relativi alla lingua inglese, considerati prioritari dalla Direzione Regionale (decreto n. 1102 del 18 novembre 2009), ponendo in essere “tutti i possibili accorgimenti organizzativi per consentire a detto personale la frequenza dei predetti corsi”.

b) docenti immessi in ruolo negli anni scolastici 2007/08 e precedenti: la frequenza dei corsi in oggetto non rientra nell’obbligo di formazione, pertanto chi intende usufruire dei permessi straordinari retribuiti per il Diritto allo Studio e ha prodotto la domanda indicato nel CIR del 15/11/2011 rientra nella tipologia di domande accolte.

Come previsto dall’art. 10 del CIR del 15/11/2011 la certificazione relativa alla frequenza dei corsi e al sostenimento degli esami è obbligatoria e va presentata al Dirigente Scolastico della sede di servizio subito dopo la fruizione dei permessi e comunque entro 30 giorni; la mancata produzione della certificazione nei tempi prescritti comporterà la trasformazione del permesso retribuito già concesso in aspettativa senza assegni, con relativo recupero delle somme indebitamente corrisposte. Inoltre, come previsto dall’art. 9 c. 2 dello stesso Contratto il personale beneficiario dei permessi , al fine di consentire una efficace organizzazione dell’Istituzione scolastica, comunica al Dirigente Scolastico il piano annuale di fruizione dei permessi in funzione degli impegni previsti, fatta salva successiva motivata comunicazione per variazioni del medesimo.

Il personale con contratto a tempo determinato, che sia stato destinatario di provvedimento formale di concessione dei permessi per l’anno solare di riferimento ha titolo a fruire dei permessi, all’avvio dell’anno scolastico successivo e comunque entro il termine dell’anno solare proporzionalmente alla durata del contratto in essere al 30 settembre, previa verifica del monte ore residuo ( art.11 comma 7 CIR 15/11/2011).

Entro 5 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie gli interessati potranno presentare reclamo (utilizzando l’invio a mezzo fax al n. 035 – 242974 o per e-mail all’indirizzo giuseppina.arioldi.bg@istruzione.it). Entro i termini di legge sono altresì ammessi ricorsi al Giudice Ordinario in funzione di Giudice del Lavoro ovvero, se ritenuto opportuno, potrà essere esperito il tentativo di conciliazione ex art. 410 c.c. così come rivisitato e riformulato dall’art.31 della legge n.183/2010.

Il dirigente
Patrizia Graziani

Allegati

Responsabile del procedimento:
Dott. Pierino Danesi tel. 035-284216
e-mail: pierino.danesi.bg@istruzione.it

Referente del procedimento
Giusy Arioldi tel 035-284215
e-mail: giuseppina.arioldi.bg@istruzione.it

Ambiti territoriali (link esterni)